Questa sezione del catalogo comprende i libri di saggistica posseduti dalle biblioteche. Puoi effettuare ricerche in questa sezione attraverso il box di ricerca qui sotto.

Trovati 127340 documenti.

Mostra parametri
Cinque Terre
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hauer, Hannah

Cinque Terre / Hannah Hauer

Milano : Tommasi, 2020

Abstract: Tutti i luoghi descritti nella guida sono riportati nella grande mappa staccabile allegata al volume. Per raggiungerli basterà un attimo! 15 highlight da non perdere. Assolutamente da vedere! 115 highlight da non perdere sono contrassegnati nella guida e nella mappa con un segnaposto numerato. Tutti i siti web. Per una pianificazione ottimale e per avere le informazioni più attuali. Consigli per il viaggio. Consigli utili a 360 gradi, orari di apertura e prezzi verificati sul posto. Impossibile perdersi: con le numerose piante dei borghi e le coordinate per la mappa allegata al volume

Fuerteventura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lipps, Susanne

Fuerteventura / Susanne Lipps

5. ed. aggiornata

Milano : Tommasi, 2020

Abstract: Tutti i luoghi descritti nella guida sono riportati nella grande mappa staccabile allegata al volume. Per raggiungerli basterà un attimo! 115 highlight da non perdere sono contrassegnati nella guida e nella mappa con un segnaposto numerato. Tutti i siti web per una pianificazione ottimale e per avere le informazioni più attuali. Consigli utili a 360 gradi, orari di apertura e prezzi verificati sul posto

Iran
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Weiss, Walter M.

Iran / Walter M. Weiss

Ostfildern : DuMont ; Milano : Tommasi, 2020

Abstract: Alla scoperta dei mille volti dell'antica Persia Teheran e la costa del Caspio; Da Teheran, con le sue decine di musei e palazzi antichi, alla natura incontaminata dei monti Elburz e delle coste del Mar Caspio. Il nord-ovest; Una regione dall'estrema varietà paesaggistica in cui ai monti Zagros e alle sponde del lago di Urmia si mescolano l'ospitalità di popoli liberi e fieri e l'eredità di città dall'antico passato. Il sud; Le spiagge delle isole di Kish e Qeshm, laghi salati, ambienti desertici, boschi, cascate roboanti dove praticare sport all'aria aperta e tesori artistici dal fascino unico e intramontabile tutti da scoprire Isfahan e l'altopiano centrale. La magia fiabesca di Isfahan, con la bellezza dei suoi palazzi, moschee e giardini e lo scenario mozzafiato dei deserti Dasht-e Lut e Dasht-e Kavir. Il nord-est; I colori unici delle terrazze di travertino di Badab-e Surt, la ricca biodiversità del parco nazionale di Khar Turan, i turchesi delle miniere di Binalud e la raccolta dello zafferano, l'oro rosso dell'Iran.

L'Inno a Chiavenna tutta un'altra musica
0 0 0
Analitici

Scaramellini, Guido

L'Inno a Chiavenna tutta un'altra musica / di Guido Scaramellini

Chiavenna e il ritorno del vino sui Ronchi
0 0 0
Analitici

Scaramellini, Guido

Chiavenna e il ritorno del vino sui Ronchi / Guido Scaramellini

Il negozio "Alle Città d'Italia" di Chiavenna è l'unico in Italia
0 0 0
Analitici

Scaramellini, Guido

Il negozio "Alle Città d'Italia" di Chiavenna è l'unico in Italia / guiscar

Feste d'altri tempi sui nostri monti
0 0 0
Analitici

Scuffi, Sergio

Feste d'altri tempi sui nostri monti / Sergio Scuffi

La càrga
0 0 0
Analitici

Paggi, Secondo Andrea

La càrga / Secondo Andrea Paggi

"Gente di Samolaco in California"
0 0 0
Analitici

Del Giorgio, Federica

"Gente di Samolaco in California" : Umberto Antonio Pelanconi (1878-1963) / Federica Del Giorgio

Restauro dell'orologio campanaro di S. Pietro
0 0 0
Analitici

Scuffi, Claudino

Restauro dell'orologio campanaro di S. Pietro / Claudino Scuffi

Il "Bacio di Giuda"
0 0 0
Analitici

Fois, Mariachiara

Il "Bacio di Giuda" : restauro del dipinto a olio su tela custodito nella casa parrocchiale a San Pietro Samolaco (SO) / Mariachiara Fois

La costituzione nel 1895 della Cassa rurale di prestiti di Samolaco
0 0 0
Analitici

Copes, Cristian

La costituzione nel 1895 della Cassa rurale di prestiti di Samolaco / Cristian Copes

1946: si torna a votare
0 0 0
Analitici

Giovanetti, Daniele

1946: si torna a votare : il voto dei samolchesi nelle prime elezioni libere del dopoguerra e nel referendum istituzionale / Daniele Giovanetti

Campane di Samolaco S. Pietro
0 0 0
Analitici

Scuffi, Sergio

Campane di Samolaco S. Pietro / Sergio Scuffi

Il suono delle campane a Samolaco
0 0 0
Analitici

Margnelli, Simone

Il suono delle campane a Samolaco : un'indagine comparata delle tradizioni di Era, Somaggia e San Pietro / Simone Margnelli

Calendario civile europeo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Calendario civile europeo : i nodi storici di una costruzione difficile / a cura di Angelo Bolaffi e Guido Crainz

Roma : Donzelli, 2019

Abstract: «Cari amici, il progetto a cui vi proponiamo di collaborare nasce dalla convinzione che alle radici della crisi attuale dell'Europa vi siano certamente ragioni politiche ma anche responsabilità, inadeguatezze e inerzie della cultura. Inadeguatezze e inerzie di lungo periodo, divenute ancor più evidenti dopo l'allargamento dell'Unione europea a quella parte dell'Occidente a lungo «sequestrata» dal comunismo sovietico (per dirla con Milan Kundera): quell'ampliamento avrebbe dovuto imporre un radicale salto di qualità nella circolazione e nel confronto culturale, ma esso non è stato neppure tentato. Senza dimenticare la perdurante e forse accresciuta «ignoranza reciproca» negli stessi paesi di più antica appartenenza alla comunità euroea. Ache per questo, forse, di fronte a processi di dissoluzione che appaiono talora quasi inarrestabili - ben oltre la Brexit - rischia oggi di prevalere una rassegnazione impotente. Un'abdicazione comunque grave: ancor più grave, per quel che ci riguarda, perché alcuni nodi culturali di questa crisi chiamano in causa anche il nostro lavoro di studiosi. Chiamano in causa cioè la nostra capacità di far avanzare una riflessione complessiva sui nodi storici di una costruzione difficile, per citare direttamente il sottotitolo del progetto. Una riflessione capace di offrire alle differenti narrazioni e memorie nazionali punti di riferimento che possano favorire confronti e dialoghi fra storiografie e culture. Come è facile comprendere, si tratta in primo luogo di delimitare il campo di questo lavoro collettivo. Ogni scelta implica una selezione: in questo caso particolarmente difficile, e quindi discutibile. La prima delimitazione che ci siamo imposti è indubbiamente drastica, ed è temporale e tematica al tempo stesso. Nell'immaginare questo libro abbiamo deciso cioè di prendere avvio dalla prima guerra mondiale e dalla dissoluzione degli imperi, lasciando spazio solo a due «precedenti» che annunciano già i due filoni centrali nella costruzione dello scenario europeo: il nodo dei diritti costituzionali e quello dei diritti sociali. Per ogni voce abbiamo indicato anche una data simbolo. Ovviamente non intendiamo ridurre ad essa la trattazione dei temi generali di volta in volta indicati, che sono il vero oggetto del libro: talora però anche la data può rendere più visibile una direzione di marcia o una questione aperta. È sufficiente scorrere l'indice per cogliere l'intrecciarsi di momenti fondativi, momenti tragici (talora ignorati o rimossi) e momenti controversi. È nostra convinzione che solo dall'intreccio di queste tre differenti tipologie si possa ricavare una percezione più approfondita e consapevole dello stato effettivo della costruzione europea. Una costruzione che appare straordinariamente complessa e problematica, e insieme necessaria e addirittura ineludibile, nella prospettiva di un futuro che non voglia essere di involuzione e di conflitti.» (Angelo Bolaffi e Guido Crainz)

Gli europei
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Figes, Orlando <1959->

Gli europei : tre vite cosmopolite e la costruzione della cultura europea nel XIX secolo / Orlando Figes

Milano : Mondadori, 2019

Abstract: Alla metà del XIX secolo, quando la rete ferroviaria attraversò per la prima volta i confini nazionali dei singoli Paesi, lo scenario culturale europeo cambiò radicalmente. Grazie all'avvento del treno, artisti, scrittori e filosofi di tutta Europa entrarono in contatto, alimentando una circolazione del sapere fino a quel momento impensabile. La rivoluzione tecnologica e il fermento capitalistico investirono anche il mondo intellettuale, portando alla crescita del mercato editoriale, alle esposizioni universali, al successo della lirica e dell'arte, alla moda dei soggiorni all'estero, e avverando così il cosmopolitismo tanto anelato dagli illuministi. In breve tempo in tutta Europa si cominciarono a leggere gli stessi libri, riprodurre gli stessi dipinti, suonare la stessa musica e ascoltare gli stessi concerti. Basandosi su lettere e diari di collezioni archivistiche in parte inesplorate, lo storico inglese Orlando Figes racconta la genesi della «cultura europea» servendosi del triangolo amoroso che coinvolse il romanziere Ivan Turgenev, l'autore russo più famoso prima dell'avvento di Tolstoj, la mezzosoprano Pauline Viardot, conosciuta fin negli Stati Uniti, e il marito di lei, Louis, mecenate, traduttore e critico d'arte. Coltivando i rispettivi contatti, Turgenev e i Viardot svolsero un'importante intermediazione, incoraggiando scrittori, artisti e musicisti e aiutandoli a ottenere un successo internazionale. Nei salotti da loro frequentati, infatti, passarono musicisti come Chopin, Cajkovskij e Schumann, scrittori come Flaubert, Dickens, Eliot e Sand, nonché pittori come Courbet, Rousseau, Corot e Delacroix. Nel secolo dei nazionalismi che fomentarono lo scoppio della prima guerra mondiale, la diffusione di un patrimonio culturale comune permise a un numero crescente di europei di scoprire un'appartenenza condivisa alle idee e agli stili che distinsero l'Europa dal resto del mondo. "Gli europei" è un viaggio che accompagna il lettore nelle capitali del Vecchio continente, passando dal chiacchiericcio dei teatri londinesi alla boria dei caffè parigini, dagli affollati salotti tedeschi alla scaltrezza degli impresari teatrali milanesi. In un periodo in cui il sapere veniva sostenuto e sovvenzionato da regnanti e mecenati, le arti furono capaci di avvicinare i popoli molto più della religione o delle convinzioni politiche, rivelando che l'identità nazionale non è che il risultato di un dialogo costante con chi vive al di là dei propri confini.

Hawaii
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hawaii

Milano : Domus, 2019

Polpette & hamburger style
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Patrini, Emanuele <1975->

Polpette & hamburger style / Emanuele Patrini

Milano : Tecniche nuove, 2019

Abstract: Polpette e hamburger hanno saputo rinnovarsi nel tempo, accogliendo le nuove tendenze senza perdere la loro golosità. Le prime piacciono a tutti, grandi e piccini. Amiamo quelle di carne, ma sono super buone anche vegetariane e di pesce. Piatto perfetto per un secondo - anche da consumare per strada -, per un aperitivo o per diventare l'ingrediente di un primo. I secondi sono un mito: hanno fatto moda e tendenza per poi trasformarsi in un cibo gourmet con ingredienti di qualità non propri del fast food. Ora li amiamo anche nella forma vegetariana perché più leggeri e digeribili, avvolti in un panino morbido con salse che ne esaltano il sapore. Oppure di tendenza come l'avocado burger e il rice burger che al posto del pane prevedono il frutto e il riso pressato. "Polpette & Hamburger Style", un viaggio fantasioso in un mondo goloso. Perdetevi fra le pagine e trovate la ricetta che più fa per voi.

Polene
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Magris, Claudio <1939->

Polene : occhi del mare / Claudio Magris

Milano : La nave di Teseo, 2019

Abstract: Claudio Magris torna con un libro che parla di mare, di donne, di navi e di letteratura, uche è solo apparentemente una storia degli oggetti. Le polene - le statue che decoravano la prua delle navi - in queste pagine emergono dal mito per diventare figure reali, che popolano una galleria di indimenticabili ritratti femminili: sono sirene, dee, donne comuni o veggenti come Cassandra, seduttrici, madri, sono donne perverse, terribili, visionarie. Attraverso le loro forme sensuali, davanti agli occhi del lettore si svolge una storia colta e stravagante, documentata e luminosa: un racconto illustrato di eroine, avventurieri, cimiteri di navi, che riemergono immortali dagli abissi della memoria. Il mare, reale o fantasioso che sia, diventa occasione per riflettere sulla vita, sulle sue zone di luce e ombra, sull'infanzia e la sua spericolatezza, sulla necessità di un approdo e sul potere della letteratura - da Karen Blixen e Nathaniel Hawthorne a Juan Octavio Prenz e Giuseppe Sgarbi - capace di condurci in ogni tempo, verso un altrove irraggiungibile.