Questa sezione del catalogo comprende i libri di saggistica posseduti dalle biblioteche. Puoi effettuare ricerche in questa sezione attraverso il box di ricerca qui sotto.

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Lingue Latino

Trovati 128223 documenti.

Mostra parametri
Il dilemma dello sconosciuto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gladwell, Malcolm <1963->

Il dilemma dello sconosciuto : perché è così difficile capire chi non conosciamo / Malcom Gladwell ; traduzione di Eleonora Gallitelli

UTET, 2020

Abstract: In questo saggio Malcolm Gladwell segue un dubbio che tutti abbiamo e lo illumina attraverso la letteratura scientifica, ribaltando i nostri pregiudizi e fornendoci strumenti nuovi per navigare il mondo. Ci mostra come le strategie che usiamo per giudicare gli estranei non sono raffinate come pensiamo, ma poco più che letture superficiali, soggettive e terribilmente fragili. La verità è che, se abbiamo bisogno di capire gli sconosciuti, non siamo, tuttavia, per niente bravi a farlo. Le prove abbondano, nella storia e nella cronaca: il primo ministro inglese Chamberlain nel 1938 incontra Hitler, giudicandolo un uomo ragionevole e votato alla pace; una spia cubana riesce a infiltrarsi per decenni nella CIA, in barba a chi dovrebbe saper riconoscere un traditore; l'incomprensione tra un poliziotto e una donna fermata per un'infrazione monta incomprensibilmente fino all'arresto e al suicidio di lei in carcere. Sul confine tra il bisogno di empatizzare e quello di difenderci, tra la voglia di uscire finalmente di casa e la sicurezza di stare nelle nostre quattro mura, tutti ci barcameniamo in una missione forse impossibile ma necessaria: vivere nella società, collaborare con gli altri, spesso sconosciuti. E quando, inevitabilmente, qualcosa va storto? Poco male, ci spiega Gladwell. Quando tutte le armi a nostra disposizione si rivelano inadeguate, finiamo per usarne un'ultima, tanto umana quanto meschina: piuttosto che ammettere di non saper giudicare, preferiamo abbassare la soglia del sospetto e aumentare la distanza dagli altri, rovesciando tutta la colpa sullo sconosciuto.

Eriu e la medicina dei semplici
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Del Nero, Patrizio

Eriu e la medicina dei semplici : erbe e piante officinali della montagna : storia e leggenda delle erbe curative nella Valle del Bitto di Albaredo, di una terribile pestilenza e qualche consiglio per tornare alla natura con una sana alimentazione / Patrizio Del Nero

[Albaredo per San Marco] : Albaredo promotion : I Barilocc : Ecomuseo Valle del Bitto di Albaredo, [2020] (Morbegno : Grafiche morbegnesi, 2020)

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Wuhan
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fang, Fang <1955->

Wuhan : diari da una città chiusa / Fang Fang ; postfazione di Michael Berry ; traduzione dall'inglese di Caterina Chiappa

Roma : Gedi, 2020

Abstract: Unendo intimità e dimensione epica, la riflessione profonda e il racconto dei piccoli gesti quotidiani, Fang Fang firma la testimonianza unica di un tempo straordinario. Contro ogni censura. Dal 25 gennaio al 24 marzo 2020, sessanta giorni, sessanta capitoli pubblicati online. Dai primi momenti di incertezza alla speranza, passando per le ore più difficili, Fang Fang ha messo nero su bianco la vita durante la prima quarantena mondiale, quando l'Occidente guardava ancora a Wuhan come a un caso eccezionale e lontano. Che non lo riguardava. Mentre l'autrice documenta l'inizio della crisi sanitaria globale in tempo reale, ci troviamo a riconoscere chiaramente, quasi fossimo di fronte a uno stupefacente ritorno al futuro, le fasi che tutti abbiamo vissuto, con poche settimane di scarto. Le difficoltà e le emozioni, potenti e impreviste. Fino al giorno in cui la libertà sembra spuntare in lontananza. Il giorno in cui, chiudendo il diario, Fang Fang cita San Paolo: "Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la corsa, ho conservato la fede".

Il dopo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Capua, Ilaria <1966->

Il dopo : il virus che ci ha costretto a cambiare mappa mentale / Ilaria Capua

Milano : Mondadori, 2020

Abstract: In un momento imprecisato del 2019 si è verificato un evento biologico di eccezionale rarità: un virus animale ha fatto un salto di specie arrivando nell'uomo. Dalla metropoli cinese di Wuhan, il SARS-CoV-2 si è diffuso rapidamente in oltre duecento paesi. È ciò che gli esperti chiamano «pandemia». Nell'attesa di soluzioni e strategie per la crisi sanitaria, economica e finanziaria in corso, Ilaria Capua, una delle voci più autorevoli della virologia internazionale, prova a buttare cuore e sguardo oltre questo tempo di mezzo e a mettere a fuoco sia le cause sia le opportunità che esso nasconde. Secondo l'autrice, infatti, si può considerare la comparsa del SARS-CoV-2 uno stress test, in grado di misurare le fragilità del nostro sistema. Questo patogeno dalle dimensioni infinitesimali ha messo l'umanità intera di fronte al disequilibrio creato nel rapporto con la natura, alla riscoperta della propria dimensione terrena e della caducità che le è connaturata, all'arbitrarietà dell'organizzazione sociale che si è data, delle sue scale di valori, del concetto stesso di salute pubblica. In altre parole, ha preso tutto ciò che ritenevamo certo, indiscutibile, e ce l'ha mostrato per quello che è: una scelta, basata su una visione parziale delle cose. Uno dei motti di Ilaria Capua è: «Every cloud has a silver lining», ogni nuvola ha una cornice d'argento. Se è vero anche una pandemia, mentre ci scuote dalle radici, ha qualcosa da insegnarci. Per esempio, che dobbiamo modificare il nostro atteggiamento nei confronti della natura e della biodiversità, ponendoci come guardiani anziché invasori. Che la tecnologia, se riusciamo a non esserne schiavi, può essere lo strumento straordinario che ci permette di difendere la socialità anche in tempi di distanziamento fisico. Che, se vogliamo una società informata, matura, la scienza non può essere messa all'angolo, ma deve tornare ad avere un ruolo centrale nella conoscenza. Se non vogliamo farci travolgere, insomma, dobbiamo considerare i segnali che questo evento storico sta facendo emergere, riflettere sul dopo e ripensare il mondo. Perché è a questo che stiamo andando incontro: a un mondo nuovo.

Ursula
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Festa, Giuseppe <1972->

Ursula : la vita di un'orsa nei boschi d'Italia / Giuseppe Festa ; illustrazioni di Mariachiara Di Giorgio

Firenze [etc.] : Editoriale scienza, 2020

Abstract: La protagonista di questa storia è un'orsetta che ci racconta la sua vita, ma anche quella di tutti gli orsi che negli ultimi anni hanno ripopolato i boschi italiani. Con tante attività educative per giocare nel bosco! Conosciamo Ursula d'inverno, quando, appena nata, se ne sta al sicuro nella tana assieme alla mamma e al fratellino. La seguiamo in primavera mentre esplora per la prima volta la natura che la circonda. E con il passare delle stagioni la vediamo crescere, giocare, andare alla ricerca di cibo, affrontare pericoli e avversità, fino al momento in cui finalmente sarà pronta per prendere la sua strada. Attraverso la coinvolgente narrazione di Giuseppe Festa e gli accurati approfondimenti scientifici dei ricercatori del MUSE (Museo delle Scienze di Trento), questo libro fa conoscere le caratteristiche e le abitudini dell'orso bruno, specie protetta su tutto il territorio italiano.

La tentazione del muro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Recalcati, Massimo <1959->

La tentazione del muro : lezioni brevi per un lessico civile / Massimo Recalcati

Milano : Feltrinelli, 2020

Abstract: Esiste ancora un lessico civile? Nel tempo in cui i confini si sono trasfigurati in muri, l'odio sembra distruggere ogni forma possibile di dialogo, la paura dello straniero domina, il fanatismo esalta fantasmi di purezza per cancellare l'esperienza della differenza e contaminazione, la libertà aspira a non avere più alcun limite, è ancora possibile pensare il senso dello stare insieme, della vita plurale della polis? Con gli strumenti teorici della psicoanalisi Massimo Recalcati attraversa con grande capacità di sintesi gli snodi fondamentali e i paradossi che caratterizzano la vita psichica degli individui, dei gruppi umani e delle istituzioni. In primo piano una divisione che attraversa ognuno di noi: difendere la propria vita dall'incontro con l'ignoto o aspirare alla libertà di questo incontro; vivere nel chiuso della propria identità o iscrivere la nostra vita in una relazione con l'Altro. Sono queste due tendenze che, con la stessa forza, definiscono la vita umana. In cinque brevi e potenti lezioni uno psicoanalista tra i più originali del nostro paese offre ai suoi lettori una nuova lettura del nostro stare insieme.

L'uovo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Teckentrup, Britta <1969->

L'uovo / Britta Teckentrup

Crema : Uovonero, 2020

Abstract: Cosa c’è di più semplice di un uovo? Cosa c’è di più complesso? Un albo splendidamente illustrato, pieno di informazioni curiose e divertenti, che racconta con profonda meraviglia la semplicità e la fragilità di un piccolo miracolo della natura. Bitta Teckentrup guarda con gli occhi dell’artista un oggetto quotidiano apparentemente banale, l’uovo, e da questo incontro scaturisce un libro che è in parte un’enciclopedia magica, in parte un libro d’arte, in parte un gioco per gli amanti degli animali e delle collezioni preziose e bizzarre, a cui offrirà innumerevoli spunti di conoscenza e terreno fertile per l’immaginazione. Dal colibrì all’uccello elefante, passando per la tartaruga marina e gli insetti, le illustrazioni ispirate al disegno scientifico naturalistico ma costruite con un raffinato equilibrio di forme e colori che rimanda all’astrattismo, sono un inno alla varietà e alla generatività della natura.

Il passo del Muretto tra Valtellina e Grigioni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Masa, Saveria <1968->

Il passo del Muretto tra Valtellina e Grigioni : storia di una via dimenticata / Saveria Masa

Stampa : Fondazione Centro Giacometti ; Maloja : Fondazione Gaudenzio e Palmira Giovanoli, 2020 (Sondrio : Polaris, 2020)

Abstract: Si tratta della storia della strada del Muretto che collega Sondrio a Maloja. Racconta di luoghi, di eventi dimenticati, di persone che a lungo hanno percorso valli (la Val Malenco e la Bregaglia) troppo spesso ritenute marginali a causa della loro collocazione geografica; eppure il passo del Muretto ha favorito per secoli i transiti e i commerci tra l’Italia e la Svizzera. Quasi tutti gli studi sulla storia medievale e dell'inizio dell’epoca moderna, si sono focalizzati sui percorsi più noti, come il Settimo o lo Spluga; ora vien riconosciuto il giusto ruolo anche alla "strada cavallera" con questo studio che evidenzia come il tragitto più diretto che collega Sondrio a Maloja e, oltre, a Coira, sia stato, prima e durante l’occupazione della Valtellina da parte delle Tre Leghe, fino all’epoca napoleonica, di primaria importanza. La regione interessata, su entrambi i versanti, ha visto come protagonisti la gente di montagna, famiglie influenti, comunità intere, vicende belliche, il commercio del vino ed altro.

Ogni parola che sapevo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vianello, Andrea <1961->

Ogni parola che sapevo / Andrea Vianello

Milano : Mondadori, 2020

Abstract: La vicenda che Andrea Vianello si è deciso a raccontare è la storia di un ictus, del suo ictus. Nel caso specifico si è trattato di un'ischemia cerebrale che ha colpito il lato sinistro del cervello, causata da una dissecazione della carotide. Una brillante operazione d'urgenza, nonostante una gravissima complicazione sul tavolo operatorio, è riuscita a tenerlo nel mondo dei vivi, ma nulla ha potuto rispetto al danno che si era già propagato: di colpo le sue parole erano perdute. O meglio: nella sua testa si stagliavano chiare e nette come sempre, ma all'atto pratico uscivano in una confusione totale, fonemi a caso, ingarbugliate e incomprensibili. Una prospettiva terribile per chiunque, ma ancora di più per lui, che delle parole ha fatto un'identità e un mestiere, quello di giornalista televisivo. "Ogni parola che sapevo" è un viaggio in un inferno molto diffuso, l'ictus e i suoi danni, che a volte presenta un percorso terapeutico e riabilitativo che non esclude il ritorno. Questo libro racconta e dimostra che le parole che Vianello sapeva sono state in qualche modo tutte recuperate. Ma l'aspetto interessante, che fa della sua testimonianza una storia da leggere, è che a quelle che già sapeva Vianello ne ha aggiunte di nuove. Le parole che raccontano il calvario personale di chi scopre la sua vulnerabilità fisica, quelle che descrivono la brutta sensazione di ritrovarsi esposto in poche ore dai riflettori di un studio tv ai meandri inestricabili della sanità pubblica. Quelle che bisogna trovare per continuare a combattere ogni giorno, tutti i giorni, contro gli strascichi dell'evento subito, anche quando è stato superato. Ma pure quelle degli affetti, a volte sopite o date per scontate, e che invece possono riempire un intero vocabolario. Un libro a volte ironico, ma sempre pieno di speranza, che racconta il quotidiano ma inevitabile coraggio di chi si trova d'improvviso ad affrontare una lunga e spesso solitaria traversata del deserto. E che nonostante tutto riesce, forse, a recuperare la sua parte migliore.

Giulio fa cose
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Deffendi, Paola - Regeni, Claudio

Giulio fa cose / Paola Deffendi, Claudio Regeni ; con Alessandra Ballerini

Milano : Feltrinelli, 2020

Abstract: "Chiediamo una verità processuale nei confronti di chi ha deciso sul destino della sua e delle nostre vite, di chi lo ha torturato, chi ha sviato le indagini, chi ha permesso e permette tutto ciò. Su Giulio sono stati violati tutti i diritti umani, compreso il diritto ad avere verità". Alla tragedia di Giulio Regeni, scomparso il 25 gennaio 2016 al Cairo, il mondo della politica non ha ancora risposto. Non ha risposto l'Egitto di Al-Sisi. Cinque funzionari dei servizi segreti del Cairo sono sotto inchiesta con l'accusa di aver partecipato al sequestro di Giulio. Non ha risposto l'Europa, a parte qualche passaggio di circostanza. Non ha risposto l'Italia che, anzi, ha rimandato il suo ambasciatore al Cairo. A combattere per ottenere verità e giustizia per Giulio e per tutti i Giulio d'Egitto ci sono però i genitori, Paola e Claudio, insieme al loro avvocato Alessandra Ballerini. Ma non sono soli. Con loro c'è l'onda gialla che parla di Giulio, indossa i braccialetti, appende quello striscione giallo per chiedere verità e giustizia. Perché Giulio era un cittadino italiano, un cittadino europeo che aveva scelto la cultura come strumento di solidarietà e giustizia sociale. E che il 3 febbraio 2016, quando il suo corpo fu trovato ai bordi dell'autostrada che collega Alessandria al Cairo, aveva 28 anni. Erri De Luca ha scritto che "la verità non viene regalata né offerta, va scippata a pezzettini, brandello per brandello. Quello che siamo riusciti a ottenere lo dobbiamo alla mobilitazione civile dei genitori di Giulio, che si sono caricati questo bisogno di verità e ci hanno trascinato con loro". Il rapimento, le torture e l'uccisione di Giulio Regeni riguardano tutti. Perché la ragion di Stato sembra aver messo a tacere la giustizia. Questa è la battaglia per la verità dei suoi genitori. E di molti di noi in tutto il mondo.

Il signore di San Francisco e altri racconti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bunin, Ivan Alekseevic <1870-1953>

Il signore di San Francisco e altri racconti / Ivan Bunin ; traduzione di Claudia Zonghetti

Adelphi, 2020

Abstract: Quello di Bunin è un «severo talento», si legge nella motivazione del Premio Nobel di cui fu insignito nel 1933 – e in effetti la sua prosa terribilmente precisa, densa, intransigente riesce a essere non meno implacabile di quella di Čechov. Bunin non racconta solo storie della sua terra: prima del ’17 è stato anche un appassionato viaggiatore, e i paesaggi geografici e umani da lui osservati – soprattutto l’Oriente, dove gli europei possono percepire «un vago sentore della vita, della morte, del divino», e l’Italia, dove ha soggiornato a lungo – si riverberano nei racconti radunati in questo libro, fra i quali il lettore troverà alcuni vertici della sua narrativa. Come «Il signore di San Francisco», dove il viaggio per mare di un ricco americano e della sua famiglia evoca con rara intensità il «dolce inganno della vita»; o come «Il respiro lieve», prodigiosa miniatura su uno dei temi prediletti da Bunin: quella frenesia «di accogliere nel proprio cuore tutto il mondo visibile e invisibile prima di farne dono a qualcun altro» che si chiama amore.

Giambattista Pedranzini da Bormio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giambattista Pedranzini da Bormio : un missionario francescano in Cina nel 1700 / a cura di Cristina Pedrana

Sondrio : Società Storica Valtellinese ; Bormio : Centro Studi Storici Alta Valle, 2020 (Sondrio : Bettini, 2020)

Home sweet home
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Guidara, Luca

Home sweet home : prendersi cura della casa e fare le pulizie non è mai stato così bello / Luca Guidara

Milano : DeAgostini, 2020

Abstract: Chi l'ha detto che fare le pulizie e riordinare siano solo un "male necessario"? Luca Guidara, coach dell'ordine e del pulito su Instagram, dimostra che prenderci cura della nostra casa può essere piacevole, gratificante e sorprendentemente rilassante. Luca ci accoglie a casa sua e ci accompagna in un tour ideale in cui, stanza per stanza, ci spiega come trasformare in meglio il nostro ambiente e quindi la nostra vita, perché vivere nel fresco, nel bello e nel pulito fa sentire bene e dà serenità mentale. Questo obiettivo è alla portata anche di chi non ha la stessa predisposizione naturale all'ordine di Luca: in questo manuale pratico e smart troveremo tanti consigli su come ottenere i risultati desiderati, sui prodotti da usare, sui metodi per evitare gli sprechi, su come suddividere i compiti in famiglia (o tra coinquilini)... Perché tutte le faccende domestiche, con la giusta dose di organizzazione e qualche piccolo trucco, possono essere ottimizzate. E sentirsi davvero "a casa" nel nostro ambiente è una sensazione che non ha prezzo. In fondo, la nostra casa ci rappresenta e ci racconta, e averne cura è un modo per prenderci cura di noi stessi e delle persone a cui teniamo: un atto d'amore, insomma. E se noi amiamo la nostra casa, anche lei amerà noi. Prefazione di Marco Bianchi.

Tutto il bene che mi voglio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Traisci, Terenzio

Tutto il bene che mi voglio : breve corso di amor proprio / Terenzio Traisci

Milano : Mondadori, 2020

Abstract: Molto spesso ci sentiamo frustrati, afflitti o arrabbiati perché non riceviamo quello che ci aspettiamo dai rapporti lavorativi e sentimentali. Purtroppo, però, ciò che otteniamo dall'esterno non dipende interamente da noi. Perché dunque non cominciamo a dedicarci ogni giorno delle piccole attenzioni e a prenderci cura di noi? In questo manuale Terenzio Traisci, psicologo e ideatore dell'"ingegneria del buon umore", attraverso le storie di cinque personaggi molto diversi fra loro, prende in esame gli ostacoli che ci impediscono di volerci bene, le credenze limitanti e le paure che spesso ci fanno dimenticare dell'amor proprio o ce lo fanno scambiare per egoismo. Attraverso l'analisi dei meccanismi di funzionamento del cervello e delle abitudini, Terenzio ci spiega come mettere in atto alcuni piccoli cambiamenti che, a partire dalle 4 A (ambiente, allenamento, alimentazione, atteggiamento), indirizzeranno i nostri pensieri e comportamenti in modo utile e produttivo per essere ancora più efficaci e felici al lavoro e nella vita privata. Infine, il libro propone un programma in 10 step, con esercizi pratici e guidati, che ci aiuterà a riconquistare noi stessi, insegnandoci ogni giorno a coltivare il nostro amor proprio per dare al mondo la migliore versione di noi.

Figli che tacciono, gesti che parlano
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fuster, Susana <giornalista>

Figli che tacciono, gesti che parlano : come capire ciò che gli adolescenti dicono senza parole / Susana Fuster ; traduzione di Elena Rolla

Milano : Salani, 2020

Abstract: Quanto è difficile comunicare con i figli di fronte ai silenzi che costellano la loro crescita? Lo sanno bene soprattutto i genitori e gli educatori degli adolescenti, che spesso sognano un libretto d'istruzioni che li guidi ad agire nel modo giusto. Con questo libro Susana Fuster, tra le massime esperte di comunicazione non verbale, insegna ai genitori come decifrare il comportamento dei figli. Anche senza le parole, infatti, il corpo parla e non sa mentire: l'importante è saper prestare la giusta attenzione a quello che dice. Imparando a osservare e leggere i segnali non verbali è possibile migliorare la comunicazione, accrescendo empatia e comprensione reciproca. Con il supporto di fotografie, disegni e schemi riassuntivi, questo saggio, ricco di esempi basati sulla vita quotidiana, accompagna il lettore alla scoperta delle differenze tra le varie forme di linguaggio, per riconoscere cosa si nasconde dietro un'espressione del volto, una postura corporea, la scelta di un capo di abbigliamento. Sulla base della vasta esperienza sul campo dell'autrice e di rigorosi studi scientifici, "Figli che tacciono, gesti che parlano" è un punto di partenza per riuscire a gestire in maniera più consapevole i rapporti interpersonali e costruire un florido scambio comunicativo con i propri figli.

Il magnifico libro delle creature fantastiche/ illustrazioni di Val Walerczuk
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Jackson, Tom <1972->

Il magnifico libro delle creature fantastiche/ illustrazioni di Val Walerczuk ; scritto da Tom Jackson

Milano : Touring Club Italiano, c2020

Come il mare in un bicchiere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gamberale, Chiara <1977->

Come il mare in un bicchiere / Chiara Gamberale

Milano : Feltrinelli, 2020

Abstract: Ci sono persone con un desiderio così forte di assoluto, che si sentono nel corpo come l'immensità del mare dentro a un bicchiere. Ma sanno che quel bicchiere, piccolo fino al ridicolo per il suo compito impossibile, è l'unica occasione per incontrare gli altri, perché qualcuno possa avvicinare le labbra e bere. Persone che di quel limite però continuano a essere insofferenti, a stare male al punto di diventare prigioniere della propria testa. Persone Dentro di Testa, come scrive Chiara Gamberale - "non ho mai sopportato che delle persone con un certo tipo di problemi si dica: fuori di testa". Persone fondamentalmente smarrite, come sente di essere lei e quegli amici che soprannomina 'Gli Animali dell'Arca Senza Noè'. Che quando il mondo si è chiuso in casa, contrariamente a chi di solito è capace di vivere, si sono dimostrate fin troppo capaci, senza il peso del Là Fuori, di sopportare questa quarantena. "A che cosa ci riferiamo, quando diciamo: io? A tutto quello che prescinde dal Là Fuori o a tutto quello che lo prevede?" Chiara Gamberale, sempre così pronta a raccogliere la sfida di inventarsi modi speciali per dare voce a ciò che sentiamo, ci consegna ora una testimonianza che è un urlo e una carezza. Pagine forti, nuove, in cui quel disagio diventa, alla luce particolare della pandemia, la chiave per schiudere le fragilità e le risorse di ognuno di noi. Perché quel metro di distanza dagli altri, sia quando si infrange sia quando si rispetta, è comunque "un potere nelle nostre mani".

Fai meno vivi di più
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Leclaire, Annemiek

Fai meno vivi di più : niksen e altri consigli per imparare l'arte del dolce far niente / Annemiek Leclaire

Firenze [etc.] : Giunti, 2020

Abstract: Ciò che credevamo impossibile è accaduto, le nostre vite, che sembravano destinate a un'accelerazione infinita, hanno improvvisamente frenato, lasciandoci attoniti e un po' smarriti. Abbiamo piano piano scoperto che esiste una nuova misura del tempo e che questo tempo sottratto alla pressione delle scadenze può riempirsi di un senso nuovo e profondo. Una consapevolezza che potrà rimanere come dono prezioso per i tempi che verranno. Annemiek si è resa conto di questo potenziale immenso qualche tempo fa quando, sopraffatta dall'interminabile sequenza di impegni, ha capito di aver perso la gioia di vivere. Così ha deciso di cambiare rotta: di fare meno e vivere di più. Ma come? Questo interrogativo ha dato inizio a una vasta ricerca, nella quale l'autrice ha incontrato amici, accademici e scrittori e ha compreso come portare pause piene di significato nella propria vita. Non si è trattato di imparare l'apatia, ma di concedersi momenti di "niksen", ovvero di dolce far niente. Ciò che conta infatti è sapere come gestire bene gli intervalli, brevi o lunghi, di distacco dalla routine. Saperseli godere farà cambiare completamente il modo in cui affrontiamo la vita, con tutte le sue imprevedibili difficoltà.

La scienza nascosta dei cosmetici
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mautino, Beatrice <1978->

La scienza nascosta dei cosmetici : [cosa c'è dentro i prodotti che compriamo : per un make-up consapevole] / Beatrice Mautino

Milano : chiarelettere, 2020

Abstract: No al marketing della paura. No ai titoloni allarmistici che generano psicosi. E basta guru. Per sapere veramente se un cosmetico fa bene o male bisogna informarsi, partendo da fonti attendibili e verificate. Perché la paura passi serve trasparenza, che vuol dire appurare cosa c'è davvero dentro il prodotto di una grande marca, da chi e come viene fatto. È il lavoro che Beatrice Mautino porta avanti da anni, per mettere il consumatore nella condizione di scegliere in modo consapevole. Quali sono i test per garantire la sicurezza di un prodotto? Quali sono le differenze fra le varie tinture sul mercato? Posso tingere i capelli quando sono incinta? Com'è possibile che ci sia il piombo nei rossetti? Davvero le creme solari penetrano nel sangue? Che cosa significa "ecobio"? E i siliconi? A essi si attribuiscono tutte le possibili nefandezze, e se si cercano informazioni sul loro conto si trova di tutto tranne quello che serve davvero. L'autrice non propone soluzioni semplici a problemi complessi, nessuna scorciatoia, né consigli di comportamento. Il contrario di "fa male" non è "fa bene", ma "non fa male". Scopriremo come arrivare da sole e da soli a scegliere i cosmetici migliori per le nostre esigenze

La polvere del mondo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bouvier, Nicolas <1929-1998>

La polvere del mondo / Nicolas Bouvier ; traduzione e cura Maria Teresa Giaveri

Milano : Feltrinelli, 2020

Abstract: Sei mesi di viaggio dell'allora ventiquattrenne Nicolas Bouvier attraverso i Balcani, l'Anatolia, la Persia e l'Afghanistan, a bordo di una Fiat Topolino, in compagnia dell'amico artista Thierry Vernet. Pieno di avventure, meraviglie e rivelazioni, "La polvere del mondo" è anche e soprattutto un viaggio alla scoperta di sé. "Potete davvero fidarvi se vi dico che il racconto vi prenderà fin dalla prima riga, perché avete tra le mani uno dei più grandi libri di viaggio di sempre. Quei libri cui non è possibile aggiungere nulla e che hanno raggiunto la perfezione proprio tagliando il superfluo." (dall'introduzione di Paolo Rumiz)