Questa sezione del catalogo comprende i libri di saggistica posseduti dalle biblioteche. Puoi effettuare ricerche in questa sezione attraverso il box di ricerca qui sotto.

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Lingue Latino
Includi: tutti i seguenti filtri
× Editore Feltrinelli <casa editrice>

Trovati 1573 documenti.

Mostra parametri
La bomba
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Deaglio, Enrico <1947->

La bomba : cinquant'anni di Piazza Fontana / Enrico Deaglio

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: "La bomba del 12 dicembre 1969 ha cambiato l'Italia; o meglio l'ha picchiata come un pezzo di ferro rovente su un'incudine, umiliata. Per cinquant'anni, tutta la vasta cospirazione di potere che l'ha prodotta ha lavorato per lei, perché restasse impunita e si moltiplicasse. È una storia talmente enorme che non si sa da che parte cominciare." E la storia comincia dalle cicatrici, dalle premonizioni, dalle coincidenze, dai luoghi da cui la Storia è passata. E riemergono il tassista Rolandi, la fatale stanza della Questura da cui precipitò Pinelli, il "colpo di stato" in Procura, il "silenzio monumentale di Milano", l'angosciante Veneto profondo in cui la bomba venne concepita, le manovre finanziarie intorno alla banca della strage, la sublime arte del depistaggio che da allora ci ha sempre accompagnato. La ricerca diventa così uno "studio in rosso" sulla struttura del potere in Italia e sulle nobili forme di resistenza che lo hanno contrastato, con le armi dell'amicizia, della parola, della musica, del coraggio civile. In mezzo campeggia, senza tempo, il grande quadro di Enrico Baj - la nostra Guernica che venne bendato perché troppo vero. Questo è un viaggio nella memoria, che ha l'andamento di un giallo e racconta l'ultimo mezzo secolo di storia italiana, come non l'abbiamo mai sentita. Chi non c'era potrà respirare l'aria pesante di quei giorni, quando sembrava che fosse buio a mezzogiorno. Chi c'era ritroverà la ferocia della bomba che scoppia, e poi si ritira, e poi si riproduce, e continua a scoppiare per decenni, con il potere di assoggettare tutti - tutti? - alla sua ferocia e al suo ricatto. Con lo sguardo di chi ha vissuto questa storia dall'inizio, Enrico Deaglio ricompone l'intrigo mettendo insieme le scoperte - alcune clamorose - degli ultimi dieci anni e nuovi spunti di ricerca con la speranza che una verità si possa raggiungere e, soprattutto, rendere nota.

Un genitore quasi perfetto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bettelheim, Bruno <1903-1990>

Un genitore quasi perfetto / Bruno Bettelheim ; traduzione di Adriana Bottini

27 ed.

Milano : Feltrinelli, 2019

Il mondo in fiamme
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Klein, Naomi <1970->

Il mondo in fiamme : contro il capitalismo per salvare il clima / Naomi Klein ; traduzione di Giancarlo Carlotti

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: Da più di vent'anni Naomi Klein è la più importante reporter della guerra economica che le grandi multinazionali hanno condotto a spese delle persone e del pianeta. Non ha mai smesso di combattere per la giustizia sociale e per la salvezza dell'ambiente, documentando le catastrofi in corso e raccogliendo dati, spesso scomodi. Questo libro svela le verità che non conosciamo e mostra le conseguenze di quelle che non vogliamo vedere, portandoci sui fronti dei disastri naturali contemporanei, dalla Grande barriera corallina ai cieli anneriti dal fumo nel Pacifico nordoccidentale, fino ai danni provocati in Porto Rico dall'uragano Maria. Quelli di Naomi Klein sono interventi tragicamente premonitori, perché ci mettono in guardia sui disastri ecologici che ci aspettano se perdiamo l'ultima occasione per agire e cambiare la direzione del nostro futuro. Per combattere la crisi climatica dobbiamo essere capaci di rinunciare alla cultura consumistica, schiacciata sull'ipocrisia di un eterno presente, e anche alla costruzione dei muri che dividono i popoli e alimentano le disuguaglianze. Dobbiamo lasciarci alle spalle l'illusione di poter dimenticare i danni che la nostra civiltà procura al pianeta. Questa catastrofe globale non è solo un problema politico: ha a che fare con la nostra immaginazione e con il coraggio di affrontare la sfida di un cambiamento radicale nel nostro stile di vita. Per superare la crisi del clima, dobbiamo cambiare il sistema che l'ha prodotta

L'altra metà di Dio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bompiani, Ginevra <1939->

L'altra metà di Dio / Ginevra Bompiani

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: Questo libro nasce dall'ansia. Seguendo tre figure, tre ombre del contemporaneo, Ginevra Bompiani ferma il tempo della nostra storia per tornare indietro e avventurarsi nel nostro immaginario e, soprattutto, nelle sue ferite. "La prima è la distruzione. Nel momento in cui la terra sembra occupata a distruggere e distruggersi per mano dei suoi abitanti, mi è sembrato urgente cercare di capire dove è nata questa corsa suicida. La seconda è la punizione. La nostra storia nasce da una punizione. Da dove ci viene questo bisogno di punire ed essere puniti? La punizione ha sostituito il destino, vediamo perfino la malattia e la morte come punizioni ineluttabili. La terza è la mistificazione. Mentre il mondo sembra aver definitivamente confuso la verità con la menzogna, e aver smarrito entrambe le nozioni per perdersi in una grande nuvola di significati e insignificanze, mi sono chiesta: qual è la grande mistificazione così necessaria da fare della storia, del mondo e dell'immaginario il suo nascondiglio?". Percorrere questi sentieri scoscesi nel passato, inseguire le sorgenti delle grandi narrazioni che hanno formato la civiltà occidentale, significa avventurarsi in un viaggio che scivola nel silenzio. È il silenzio della preistoria: un mondo lunare nel quale Bompiani ci guida, aprendo i nostri occhi a una nuova conoscenza del femminile. Un femminile che non abbiamo mai visto, l'altra metà di dio. "È la possibilità che sia esistito un mondo in cui i valori maschili non sopraffacevano quelli femminili, e a lungo andare non si trovassero a 'combattere e uccidersi a vicenda', come succede alla fine dell'età dell'argento raccontata da Esiodo; e come succede a noi".

Dire fare baciare
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Lillo, Claudia <1970->

Dire fare baciare : istruzioni per ragazze alla conquista del mondo / Claudia De Lillo alias Elasti

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: Questo è un libro per femmine. Per quelle che rimpiangono la cesta dei giocattoli e per quelle che vorrebbero vivere dentro la trousse dei trucchi. Per quelle che aspettano il principe azzurro, per quelle che non lo vogliono, per quelle che lo hanno trovato e per quelle che hanno bisogno di una bussola. È un libro per quelle che da grandi governeranno il mondo ma adesso non riescono a crederci. È un libro per chi vuole fare la vigilessa del fuoco, la chirurga e la pittrice, però insieme. È un libro per quelle che non si vergognano a dire che hanno le mestruazioni. Per quelle che sognano il primo bacio e quelle che già sanno quel che verrà dopo. Per quelle che non hanno paura di niente e per quelle che se la fanno sotto. Questo è un libro per figlie. Ma anche un po' per mamme. E magari anche per qualche zia. Età di lettura: da 13 anni.

Leonardo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zuffi, Stefano <1961->

Leonardo / Stefano Zuffi

Milano : Feltrinelli kids, 2019

Abstract: È la primavera del 1419. Leonardo da Vinci, ospite del re di Francia, vive in un castello della Loira con il suo seguito di allievi. Tutti lo considerano un genio, ma adesso Leonardo vuole raccontare la sua vita, che si è svolta nei luoghi più belli del Rinascimento: tra la Firenze di Lorenzo il Magnifico e la Milano degli Sforza sino alla Francia dove ora risiede. Scopriamo così il suo grande amore per la natura, il brivido delle scoperte, il desiderio di spingersi dove nessuno aveva mai osato prima, le amicizie e le rivalità con gli altri pittori, i successi e i fallimenti, le passeggiate nei boschi e la scrittura alla mancina. Ma soprattutto lo sentiamo raccontare i suoi capolavori: tra gli altri la Vergine delle rocce, il Cenacolo, fino alla Gioconda, tanto amata da portarla sempre con sé. Così, attraverso il filo conduttore della pittura, seguiamo Leonardo e ci apriamo a quella curiosità verso ogni aspetto del mondo e della vita che fa di questo genio un uomo universale. Età di lettura: da 10 anni

Mantieni il bacio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Recalcati, Massimo <1959->

Mantieni il bacio : lezioni brevi sull'amore / Massimo Recalcati

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: L'amore dura solo il tempo di un bacio? La sua promessa è destinata fatalmente a dissolversi? La fiamma che brucia può durare eternamente? Oppure ogni amore finisce inevitabilmente? Il desiderio per esistere non ha forse sempre bisogno del Nuovo? Il matrimonio è allora condannato a essere solo il cimitero del desiderio? E il lessico famigliare a esaurire il lessico amoroso? Può esistere un amore che dura nel tempo mentre continua a bruciare? E poi ancora: l'erotismo può integrarsi all'amore o lo esclude necessariamente? La spinta appropriativa e i fantasmi della gelosia caratterizzano ogni amore o sono solo i sintomi di una malattia inestirpabile? Cosa accade quando uno dei due tradisce la promessa? Cosa è un tradimento e quali sono le ferite che apre? È possibile il perdono nella vita amorosa? E la violenza? È una parte ineliminabile dell'amore o la sua profanazione più estrema? Cosa accade quando un amore finisce, quando dell'estasi del primo incontro e della luce del "per sempre" non resta che cenere? È possibile sopravvivere alla morte di un amore che voleva essere per sempre? E qual è il mistero che accompagna gli amori che sanno durare senza rassegnarsi alla morte del desiderio, quegli amori che conoscono la meraviglia di una "quiete accesa", come la definiva poeticamente Ungaretti? In sette brevi lezioni Massimo Recalcati scandaglia tutti questi interrogativi e offre ai suoi lettori i testi del programma televisivo "Lessico amoroso".

Genesi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tonelli, Guido <1950->

Genesi : il grande racconto delle origini / Guido Tonelli

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: Forse avevano davvero ragione i Greci, che in principio era il caos. Molte osservazioni della fisica moderna sembrerebbero confermarlo. Ma cos'è successo nei primi istanti di vita dell'universo? Davvero la scienza del XII secolo fa ritornare d'attualità il racconto di Esiodo, che racchiude l'origine del tutto in un verso splendido e fulminante: "All'inizio e per primo venne a essere il caos"? E oggi l'universo è il sistema organizzato e affidabile che ci appare o è dominato ancora dal disordine? Per rispondere, ogni giorno schiere di uomini e donne esplorano gli angoli più reconditi della materia, usano i grandi telescopi o i potenti acceleratori di particelle per ricostruire in dettaglio i sottili meccanismi attraverso i quali la meraviglia che ci circonda ha acquistato caratteristiche che ci sono così familiari, per cercare di capire quella strana singolarità che ha dato origine all'universo e raccogliere indizi sulla sua fine. Dunque possiamo dirci che gli acceleratori di particelle oggi, come il racconto dei Greci ieri, stanno cercando di rispondere alla più antica tra tutte le domande? E allora si vede come costruire una cosmogonia non sia più affare per specialisti e il mito e la scienza abbiano in fondo la stessa funzione: permettere all'essere umano di trovare il proprio posto nell'universo, "consentire a tutti di fare proprio il grande racconto delle origini che la scienza moderna ci consegna, per capire le nostre radici più profonde e trovarvi spunti con i quali affrontare il futuro".

Il filosofo che c'è in te
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tassinari, Simonetta <1956->

Il filosofo che c'è in te : i superpoteri della filosofia nella vita quotidiana / Simonetta Tassinari

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: La filosofia è un’attività naturale. Ci accompagna in ogni nostro gesto e decisione. Se esistesse un contapassi filosofico, ci direbbe che c’è filosofia anche nella scelta di uno spazzolino da denti, di un cibo o di una vacanza, nel tragitto che affrontiamo per raggiungere il posto di lavoro e nella cerchia di amici che decidiamo di frequentare. Il problema dunque non è “se filosofare”, bensì “quanto e come filosofare”. Ognuno di noi lo fa tutti i giorni, sebbene non consapevolmente e con metodo. Ciascuno ha un identikit filosofico che lascia le sue tracce in ogni circostanza che ci troviamo a vivere: qual è il vostro? Scopritelo grazie alle inedite e innovative schede di autovalutazione che l’autrice vi propone. Con esempi tratti dalla realtà, e accompagnati dagli insegnamenti dei grandi maestri del pensiero, emergerà la vostra filosofia di vita dominante, e non potrete più fare a meno di esercitare la mente in senso filosofico e trarne vantaggio. La filosofia infatti è riflessione, consolazione, speranza, perfino gioco. Ci insegna a controllare i nostri impulsi e a calmare le angosce; ci porta a conoscerci meglio, diventare più forti, dominare il nostro orizzonte mentale e affinare le nostre capacità spirituali e intellettuali. Ci guida al rispetto della nostra umanità e di quella degli altri, a saperci adattare ai fatti e agli eventi, e a interpretarli rettamente. E infine ci insegna che tra le tante scelte a nostra disposizione ce n’è sempre una “più giusta”. Guida pratica per risvegliare il filosofo che sonnecchia in ciascuno di noi e tracciare il nostro personale identikit filosofico. La filosofia non è solo una compagna di vita, ma un vero e proprio salva-vita, che rende più felici e sereni chi la coltiva con consapevolezza e costanza. Dopo aver letto questo libro guarderete a voi stessi e alla realtà con occhi nuovi, e una speciale comprensione. Potrete così trovare la vostra via a una vita piena e realizzata. • Giochi filosofici per esercitare il pensiero. • Test per individuare quale scuola di pensiero vi corrisponde di più. • Casi reali di persone che si sono rivolte alla filosofia per risolvere problemi quotidiani. • Citazioni, rimandi, commenti, per condurci, con un linguaggio piacevole e divulgativo, alla scoperta dei maestri del pensiero.

La vita è troppo corta per rimandare
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Reinwarth, Alexandra <1973->

La vita è troppo corta per rimandare : scegli solo ciò che conta per vivere davvero / Alexandra Reinwarth ; traduzione di Cristina Malimpensa

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: Il giorno dopo la sua morte, Alexandra Reinwarth si sveglia la mattina ed è più felice che mai. Niente è più come prima. Cominciamo dall'inizio: ci sono momenti della vita nei quali ci si rende conto di non potere più andare avanti così, in cui si pensa sia davvero arrivata l'ora di cambiare rotta. Proprio in uno di questi momenti Alexandra Reinwarth decide di intraprendere un avvincente esperimento su se stessa: vivrà immaginando di avere ancora solo un anno a disposizione. E questo esperimento cambierà tutto. Nel suo stile inimitabilmente spiritoso, Reinwarth racconta in questo libro come un'esistenza piena di ansie, stress e preoccupazioni si sia trasformata in una vita senza se e senza ma, con priorità del tutto nuove e sorprendenti obiettivi. Passo passo, anche noi, con lei, impareremo l'arte di vivere senza rimpianti.Ecco cosa accade vivendo davvero nel qui e ora!

Il filo infinito
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rumiz, Paolo <1947->

Il filo infinito : viaggio alle radici d'Europa / Paolo Rumiz

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: Che uomini erano quelli. Riuscirono a salvare l'Europa con la sola forza della fede. Con l'efficacia di una formula: ora et labora. Lo fecero nel momento peggiore, negli anni di violenza e anarchia che seguirono la caduta dell'impero romano, quando le invasioni erano una cosa seria, non una migrazione di diseredati. Ondate violente, spietate, pagane. Li cristianizzarono e li resero europei con la sola forza dell'esempio. Salvarono una cultura millenaria, rimisero in ordine un territorio devastato e in preda all'abbandono. Costruirono, con i monasteri, dei formidabili presidi di resistenza alla dissoluzione. Sono i discepoli di Benedetto da Norcia, il santo protettore d'Europa. Paolo Rumiz li ha cercati nelle abbazie, dall'Atlantico fino alle sponde del Danubio. Luoghi più forti delle invasioni e delle guerre. Gli uomini che le abitano vivono secondo una Regola più che mai valida oggi, in un momento in cui i seminatori di zizzania cercano di fare a pezzi l'utopia dei padri: quelle nere tonache ci dicono che l'Europa è, prima di tutto, uno spazio millenario di migrazioni. Una terra "lavorata", dove - a differenza dell'Asia o dell'Africa - è quasi impossibile distinguere fra l'opera della natura e quella dell'uomo. Una terra benedetta che sarebbe insensato blindare. E da dove se non dall'Appennino, un mondo duro, abituato da millenni a risorgere dopo ogni terremoto, poteva venire questa portentosa spinta alla ricostruzione dell'Europa? Quanto c'è ancora di autenticamente cristiano in un Occidente travolto dal materialismo? Sapremo risollevarci senza bisogno di altre guerre e catastrofi? All'urgenza di questi interrogativi Rumiz cerca una risposta nei luoghi e tra le persone che continuano a tenere il filo dei valori perduti, in un viaggio che è prima di tutto una navigazione interiore.

Cacciateli!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vecchio, Concetto <1970->

Cacciateli! : quando i migranti eravamo noi / Concetto Vecchio

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: James Schwarzenbach, cugino della scrittrice Annemarie Schwarzenbach, è un editore colto e raffinato di Zurigo. La sua è una delle famiglie industriali più ricche della Svizzera. A metà degli anni Sessanta entra a sorpresa in Parlamento a Berna, unico deputato del partito di estrema destra Nationale Aktion. Come suo primo atto promuove un referendum per espellere dal Paese trecentomila stranieri, perlopiù italiani. È l'inizio di una campagna di odio contro i nostri emigrati che durerà anni, e che sfocerà nel voto del 7 giugno 1970, quando Schwarzenbach, solo contro tutti, perderà la sua sfida solitaria per un pelo. Com'è stato possibile? Cosa ci dice del presente questa storia dimenticata? E come si spiega il successo della propaganda xenofoba, posto che la Svizzera dal 1962 al 1974 ha un tasso di disoccupazione inesistente e sono proprio i nostri lavoratori, richiamati in massa dal boom economico, a proiettare il Paese in un benessere che non ha eguali nel mondo? Eppure Schwarzenbach, a capo del primo partito anti-stranieri d'Europa, con toni e parole d'ordine che sembrano usciti dall'odierna retorica populista, fa presa su vasti strati della popolazione spaesata dalla modernizzazione, dalle trasformazioni economiche e sociali e dal '68. Fiuta le insicurezze identitarie e le esaspera. "Svizzeri svegliatevi! Prima gli svizzeri!" sono i suoi slogan, mentre gli annunci immobiliari specificano: "Non si affitta a cani e italiani". In una serrata inchiesta fra racconto e giornalismo, Concetto Vecchio fa rivivere la stagione dell'emigrazione di massa, quando dalle campagne del Meridione e dalle montagne del Nord si andava in cerca di fortuna all'estero. E in un viaggio nella memoria collettiva del nostro Paese, nell'Italia povera del dopoguerra, raccoglie le voci degli emigrati di allora e sottrae all'oblio una storia di ordinario razzismo di cui i nostri connazionali furono vittime

Isole della Grecia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Isole della Grecia / edizione aggiornata da Nick Edwards ... [et al.]

3. ed. italiana

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: Se avete intenzione di fuggire in cerca di calette inesplorate, acque trasparenti e stili di vita rilassati ci sono decine e decine di isole tra Ionio ed Egeo che abbiamo descritto una per una. Otto capitoli di facile consultazione vi porteranno da Corfù fino a Lesbo aiutandovi a scegliere la vostra meta. Troverete i consigli per passare qualche ora ad Atene prima di prendere il traghetto per la più remota isola del Dodecaneso, la descrizione dei sentieri e dei palazzi millenari di Creta, ma anche l'intensa vita notturna delle Cicladi svelata locale per locale. Spiagge solitarie, siti archeologici, riserve protette, elenchi di ristoranti, alberghi e campeggi: in questa guida c'è tutto quello che vi serve per organizzare una vacanza sulla vostra isola preferita.

Islanda
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Leffman, David - Proctor, James

Islanda / edizione scritta e aggiornata da David Leffman e James Proctor

2. ed. italiana

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: L'Islanda è una terra in continuo cambiamento, movimento ed evoluzione. Ricca di sorgenti termali, geyser, ghiacciai e vulcani, solo negli ultimi anni sta scoprendo un fiorente turismo, accorso qui per ammirare il suo carattere selvaggio. L'Islanda è anche Reykjavík, cuore del paese e città rilassata che si anima di notte, in cui il vento che la circonda è in grado di spostare le lancette degli orologi in cima ai campanili. In Islanda troverete scenari spettacolari come quelli dei Fiordi occidentali, oltre alle toccanti testimonianze del suo passato vichingo e soprattutto entrerete in contatto con la sua popolazione e la sua forte coscienza etica e civile.

Croazia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bousfield, Jonathan <autore di guide turistiche>

Croazia / scritta e curata da Jonathan Bousfield

3. ed.

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: Duemila chilometri di costa, centinaia di isole comprese tra l'Istria, la Dalmazia e il Montenegro, la Croazia è la terra di confine tra la Mitteleuropa e il Mediterraneo. Dalla penisola istriana alla pianure della Slavonia, dai campi sconfinati di girasoli attorno a Osijek e Vukovar al Quarnaro e all'arcipelago delle Kornati, in queste pagine troverete le indicazioni giuste per sapere dove fermarvi lungo la Jadranska Magistrala. Oltre alle antiche città veneziane come Parenzo e Rovigno in questa guida sono esaminate nel dettaglio le principali città croate, Zagabria, Spalato, Zara e Dubrovnik e riportate su comode cartine le indicazioni di tutti i luoghi da non perdere.

La menzogna dell'identità
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Appiah, Kwame Anthony

La menzogna dell'identità : come riconoscere le false verità che ci dividono in tribù / Kwame Anthony Appiah ; traduzione di Flavio Santi

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: Chi sei? È una domanda legata a un'altra domanda: cosa pensi di essere? Un genere. Una religione. Una razza. Una nazionalità. Una classe. Una cultura. Queste etichette producono identità collettive. Formano i contorni del senso che abbiamo di noi stessi e il perimetro del mondo che ci circonda. Eppure, sono piene di contraddizioni e di falsità. Tutti sappiamo che le identità portano conflitti. Ma Kwame Anthony Appiah dimostra qualcosa di più profondo e insidioso: sono i conflitti a creare le identità. La religione è innanzitutto una manifestazione del potere e non della fede. La razza, che oggi occupa lo spazio pubblico e pervade il linguaggio, è un residuo scellerato del Novecento. Il nostro concetto di sovranità nazionale è instabile e poco coerente. L'idea stessa dell'Occidente è un ideale vuoto. Appiah è nato a Londra, è cresciuto in Ghana e oggi vive negli Stati Uniti, dove è considerato nero. Con una esplorazione della storia e della natura delle identità che ci definiscono, decostruisce le etichette di cui ci serviamo per capire chi siamo, e che tuttavia possono trasformarsi in strumenti di discriminazione e di abuso del potere.

Riconoscimento
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Honneth, Axel <1949->

Riconoscimento : storia di un'idea europea / Axel Honneth ; traduzione di Flavio Cuniberto

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: Axel Honneth è uno dei maggiori filosofi europei e dirige l'Istituto per la ricerca sociale fondato da Max Horkheimer e Theodor Adorno. Questo libro racconta una storia del pensiero europeo, che fin dall'inizio della modernità è attraversato dall'idea che i soggetti sociali siano legati da un rapporto di riconoscimento. Con lo sguardo rivolto alle tre principali tradizioni di pensiero del Vecchio continente, Honneth ci conduce lungo un viaggio tra la Francia, l'Inghilterra e la Germania e disegna i percorsi delle diverse declinazioni di questa idea e delle sue interpretazioni, raccontando ogni volta le sfide politiche e sociali che ne hanno dettato l'urgenza. Da Rousseau a Sartre, da Hume a Mill, da Kant a Hegel, la storia dell'idea di riconoscimento ci permette di pensare una società dinamica e conflittuale, capace di ospitare il dissenso e per questo democratica. Queste figure dell'idea di riconoscimento affondano le proprie radici nel diciassettesimo secolo e hanno formato la nostra tradizione culturale, interagendo e contaminandosi tra loro fino a oggi. In una società sempre più divisa, il riconoscimento è una risorsa preziosa e necessaria per difendere un'idea di democrazia che non possiamo più dare per scontata. Perché l'idea di riconoscimento, spiega Honneth, è la coscienza di una reciproca appartenenza.

Sindrome 1933
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ginzberg, Siegmund <1948->

Sindrome 1933 / Siegmund Ginzberg

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: La campagna elettorale permanente, un partito che non è di destra né di sinistra ma "del popolo", un improbabile contratto di governo, la voce grossa che mette a tacere i giornali, l'odio che penetra nel discorso pubblico, le accuse ai tecnici infidi, il debito, la gestione demagogica e irresponsabile delle finanze. Sono le analogie che minacciano il presente e rischiano di farlo somigliare pericolosamente a un passato che credevamo di esserci lasciati alle spalle. Quando Hitler nel 1933 divenne cancelliere del Reich, i cittadini tedeschi cominciarono a seguire incantati il pifferaio che li portava nel burrone. La cosa più strana, ma niente affatto inspiegabile, è che avrebbero continuato a credere religiosamente in lui anche dopo che erano già precipitati. "I nazisti," scrive Ginzberg, "non erano bravi solo in fatto di propaganda. Toccavano tasti cui la gente era sensibile, blandivano interessi reali e diffusi (non solo gli interessi del grande capitale, come voleva la vulgata). A elargizioni concrete corrispondeva un consenso reale, crescente e formidabile. La cosa che più impressiona è come siano riusciti a trovare consenso anche sui comportamenti più atroci e disumani del regime." Le analogie superficiali possono portare fuori strada. Eppure non possiamo farne a meno. La mente umana funziona per analogie. Le analogie si sono sempre rivelate uno strumento potentissimo per capire e distinguere, cioè l'esatto contrario del fare di ogni erba un fascio.

Le vite ineguali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fassin, Didier <1955->

Le vite ineguali : quanto vale un essere umano / Didier Fassin ; traduzione di Lorenzo Alunni

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: Come può la vita essere concepita nella sua duplice dimensione del vivente e del vissuto, della materia e dell'esperienza? A questa domanda la filosofia e, più recentemente, le scienze sociali hanno offerto ogni tipo di risposta, ora favorendo la dimensione biologica ora quella biografica. Ma è possibile conciliare e pensare insieme la lettura naturalista e quella umanista? Attraverso i risultati di una ricerca condotta in tre continenti, Didier Fassin analizza e articola tra di loro tre concetti: forme di vita, etiche della vita e politiche della vita. La scommessa è uscire dall'astrazione per tentare una verifica empirica e rivelare qualcosa di concreto, capace di interrogare le società contemporanee. Dalla condizione dei nomadi forzati - che li si chiami rifugiati, migranti, richiedenti asilo o stranieri irregolari - al calcolo delle indennità per gli incidenti, che convertono la vita nel suo valore monetario, Fassin getta luce sulle modalità allarmanti che oggi regolano il trattamento degli esseri umani e dimostra così che non tutte le vite hanno lo stesso valore. Una volta assemblati i tasselli di questa composizione antropologica, come in un puzzle, appare un'immagine: quella inquietante delle vite ineguali. "Considerare la vita nella prospettiva della disuguaglianza offre allora una nuova intelligibilità del mondo sociale, ma anche nuove possibilità d'intervento. Permette infatti di passare dall'espressione di compassione al riconoscimento dell'ingiustizia."

Napoli e la costiera amalfitana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dunford, Martin

Napoli e la costiera amalfitana / edizione aggiornata da Martin Dunford ; con il contributo di Anthon Jackson

3. ed. italiana

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: Incastonata come una gemma tra il Vesuvio e la sua baia, Napoli è circondata di bellezza. Tra Ercolano e Pompei, siti dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, la cui visita si rivela un vero e proprio viaggio nel tempo, e magnifiche isole, come Ischia e Capri, a portata di traghetto, il capoluogo campano con i suoi quartieri caratteristici e la sua superba cucina è imperdibile. A breve distanza da Napoli scoprirete in queste pagine anche Amalfi e Ravello insieme a Salerno; se invece vorrete spingervi a nord la Reggia di Caserta e Benevento sono descritte nel dettaglio. Troverete tutte le informazioni giuste per scovare gli angoli più affascinanti di Napoli e della costiera amalfitana, salire sul Vesuvio, andare al mare o trovare gli alloggi più economici.