Questa sezione del catalogo comprende i libri di saggistica posseduti dalle biblioteche. Puoi effettuare ricerche in questa sezione attraverso il box di ricerca qui sotto.

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Lingue Latino
Includi: tutti i seguenti filtri
× Editore Feltrinelli <casa editrice>
× Nomi Foucault, Michel <1926-1984>

Trovati 18 documenti.

Mostra parametri
Teorie e istituzioni penali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

Teorie e istituzioni penali : corso al Collège de France : 1971-1972 / Michel Foucault ; ed. stabilita da Bernard E. Harcourt sotto la direzione di François Ewald e Alessandro Fontana ; con la collaborazione di Elisabetta Basso (trascrizione del testo), Claude-Olivier Doron (note e apparato critico) e il contributo di Daniel Defert ; ed. italiana a cura di Deborah Borca e Pier Aldo Rovatti

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: "Ciò che caratterizza l'atto di giustizia non è il ricorso a un tribunale e a dei giudici; non è l'intervento dei magistrati (anche quando si limitavano a essere dei mediatori o degli arbitri). A caratterizzare l'atto giuridico, il procedimento o la procedura in senso ampio, è lo sviluppo regolato di una controversia. E in questo sviluppo, l'intervento dei giudici, il loro parere o la loro decisione costituiscono sempre e soltanto un episodio. Ciò che definisce l'ordine giuridico è il modo di affrontarsi, la maniera in cui ci si scontra. La regola e la lotta, la regola nella lotta: è questo il giuridico." "Teorie e istituzioni penali" è il titolo scelto da Michel Foucault per il corso che tenne al Collège de France dal novembre 1971 al marzo 1972. In queste lezioni Foucault ha teorizzato per la prima volta la questione del potere, che sarà al centro della sua ricerca fino alla scrittura di "Sorvegliare e punire" nel 1975 e oltre. A partire dallo studio minuzioso della repressione architettata da Richelieu per respingere la rivolta dei Piedi scalzi (1639-1640), il corso analizza la nascita di un dispositivo del potere che rompe con le istituzioni giuridiche e giudiziarie del Medioevo e si sviluppa in un apparato di repressione statale, la cui principale funzione è difendere il proprio ordine. Con lo studio delle "matrici giuridico-politiche" prende forma l'approccio sistematico alla storia della verità, già avviato l'anno precedente con le Lezioni sulla volontà di sapere, ed emerge il ruolo centrale della relazione tra sapere e potere. Con questo volume si conclude la pubblicazione delle lezioni tenute da Michel Foucault al Collège de France, cominciata in Francia nel 1997

Storia della sessualità
0 0 0
Monografie

Foucault, Michel <1926-1984>

Storia della sessualità / Michel Foucault

Milano : Feltrinelli

Soggettività e verità
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

Soggettività e verità : corso al Collège de France : 1980-1981 / Michel Foucault ; ed. stabilita da Frédéric Gros sotto la direzione di François Ewald e Alessandro Fontana ; traduzione di Deborah Borca e Carla Trolio ; ed. italiana a cura di Pier Aldo Rovatti

Milano : Feltrinelli, 2017

Abstract: Il continente della sessualità è al centro di questo corso di Michel Foucault. Dopo aver studiato l'età moderna in libri e lezioni memorabili, Foucault fa un passo indietro di alcuni secoli e si rivolge al mondo antico. Lo fa per cogliere alla radice il delinearsi di un intero campo di pratiche e riflessioni che nell'antichità classica investono il corpo, i suoi piaceri, le turbolenze che l'esperienza dell'erotismo impone al soggetto. Foucault studia un ampio spettro di testi e documenti classici: medici, pedagogici, morali, religiosi. Tra il IV secolo a.C. e il II secolo d.C. questo insieme di riflessioni definisce un universo di atti sessuali, gli aphrodisia di cui parlano i greci, i veneria di cui parlano i latini, che si annunciano con precise caratteristiche: la violenza del desiderio, l'intensità del piacere che vi si accompagna, la passività del soggetto a fronte di queste forze intime quanto estranee, la difficoltà e insieme la necessità di governare questo insieme di esperienze soverchianti. Ciò che Foucault mostra, risalendo alla radice di queste riflessioni sulla sessualità, è che nell'evento sconcertante degli "aphrodisia" il mondo antico ha pensato che il soggetto sia chiamato a riconoscere una verità che lo riguarda intimamente, una verità che egli dovrà interrogare e approfondire, una verità preziosa quanto sfuggente, enigmatica quanto pericolosa. Primo lontano annuncio, per Foucault, di quanto verrà ereditato dalla riflessione successiva e dalle forme di vita occidentali, in una sostanziale continuità fatta di lenti slittamenti, trovando ad esempio nella prima morale del cristianesimo e nell'istituzione della confessione, o nell'invenzione moderna della psicoanalisi e del colloquio psicoanalitico, due lontane e sorprendenti riconfigurazioni.

La società punitiva
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

La società punitiva : corso al Collège de France : 1972-1973 / Michel Foucault ; ed. stabilita da Bernard E. Harcourt sotto la direzione di François Ewald e Alessandro Fontana ; ed. italiana a cura di Deborah Borca e Pier Aldo Rovatti

Milano : Feltrinelli, 2016

Abstract: Supplizi capitali, deportazioni spietate, ovattati isolamenti. In questo corso, uno dei più importanti del suo insegnamento al Collège de France, Michel Foucault si interroga sul significato delle punizioni che l'Europa, nel corso dei secoli, ha predisposto per chi trasgrediva la legge e incorreva nelle sue sanzioni. Per la prima volta possiamo toccare con mano la documentazione da cui Foucault ricaverà le sue celebri analisi sul potere sovrano, sul potere disciplinare e sul paradigma biopolitico. Ed ecco che il patibolo, le prigioni, i lavori forzati, le torture più feroci, l'isolamento più silenzioso diventano lo specchio di ciò che l'Europa è stata ed è diventata nel corso dei secoli. C'è stato il tempo della punizione spettacolare e granguignolesca e quello della pena silenziosa e sottratta agli sguardi, il tempo del potere che inscena la sua magnificenza e quello del potere che si nasconde, il tempo del potere che dà la morte e quello del potere che amministra minuziosamente la vita dei cittadini. In questo specchio straniante vediamo prendere forma decisioni epocali circa i rapporti tra soggetto e potere, legalità e illegalità, ordine e disordine. Sullo sfondo di queste pagine, un'ipotesi finora meno evidente nell'itinerario foucaultiano: che la guerra civile non costituisca affatto una condizione eccezionale per le nostre società, ma sia lo stato normale, la materia sottostante, la stoffa eterna di cui è fatto il potere.

Lezioni sulla volontà di sapere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

Lezioni sulla volontà di sapere : corso al Collège de France : 1970-1971 ; seguito da, Il sapere di Edipo / Michel Foucault ; ed. stabilita da Daniel Defert sotto la direzione di François Ewald e Alessandro Fontana ; traduzione di Massimiliano Nicoli e Carla Trolio ; ed. italiana a cura di Pier Aldo Rovatti

Milano : Feltrinelli, 2015

Abstract: La trascrizione del primo anno dei corsi di Michel Foucault al Collège de France e la loro pubblicazione segna una svolta nella "recezione" del suo pensiero. Non si potrà più leggerlo come prima. Si scopre qui la profonda unità del progetto che va da "Sorvegliare e punire", del 1975, dominato dai temi del potere e della norma, a "L'uso dei piaceri" e "La cura di sé", del 1984, consacrati all'etica della soggettività. Queste lezioni ricordano che il lavoro di Foucault non ha mai avuto che un oggetto: la verità. La verità nasce nei conflitti, nella concorrenza delle pretese che trovano nei rituali del giudizio in tribunale la possibilità di stabilire chi ha ragione e chi ha torto. Nella Grecia antica si succedono e si confrontano differenti forme giuridiche, differenti maniere di distinguere il vero dal falso, nelle quali si inseriranno ben presto le contese dei sofisti e dei filosofi. Sofocle, nell'Edipo re, mette in scena la potenza propria delle forme del dire il vero, le quali istituiscono il potere come lo destituiscono. Contro Freud, che farà dell'Edipo il dramma dell'inconfessabile desiderio sessuale, Michel Foucault dimostra che la tragedia articola i rapporti tra la verità, il potere e il diritto

Del governo dei viventi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

Del governo dei viventi : corso al Collège de France : 1979-1980 / Michel Foucault ; ed. stabilita da Michel Senellart sotto la direzione di François Ewald e Alessandro Fontana ; ed. italiana a cura di Deborah Borca e Pier Aldo Rovatti

Milano : Feltrinelli, 2014

Abstract: "Del governo dei viventi" costituisce un passaggio cruciale nella storia dei regimi di verità che Michel Foucault sviluppa nell'insieme dei corsi al Collège de France. Dopo aver esplorato il campo giuridico e giudiziario e quello politico si rivolge qui alle pratiche e alle tecniche del sé, al campo dell'etica che d'ora in avanti non lascerà più. Si domanda: "Come accade che, nella cultura occidentale cristiana, il governo degli uomini richiede a coloro che sono diretti, oltre ad atti di obbedienza e di sottomissione, anche 'atti di verità' che hanno di particolare il fatto che al soggetto non solo si richiede di dire il vero, ma di dire il vero riguardo a se stesso, alle sue colpe, ai suoi desideri, allo stato della sua anima ecc.?". La questione lo conduce da una rilettura dell'Edipo re di Sofocle all'analisi degli "atti di verità" del cristianesimo primitivo, attraverso le pratiche del battesimo, della penitenza e della direzione di coscienza. Foucault si interessa agli atti tramite i quali il credente è chiamato a manifestare la verità a proposito di sé, in quanto essere indefinitamente fallibile. Dall'espressione in pubblico della propria condizione di peccatore, nel rituale della penitenza, alla verbalizzazione minuziosa dei propri pensieri più intimi, nell'esame di coscienza, si vede disegnarsi l'organizzazione di un'economia pastorale centrata sulla confessione. Questa è la prima delle indagini che Foucault condurrà in seguito nel campo dell'etica

Il coraggio della verità
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

Il coraggio della verità : il governo di sé e degli altri 2. : corso al Collège de France : 1984 / Michel Foucault ; ed. stabilita da Frédéric Gros sotto la direzione di François Ewald e Alessandro Fontana ; ed. italiana a cura di Mario Galzigna

Milano : Feltrinelli, 2011

Abstract: Quello del 1984 è l'ultimo corso tenuto da Michel Foucault al Collège de France. Già malato, comincia le lezioni solo a febbraio per terminarle alla fine di marzo. Muore pochi mesi dopo, il 25 giugno. Queste circostanze gettano una luce particolare sul corso, che si è portati a leggere come una sorta di testamento spirituale, dove il tema della morte ricorre frequentemente. Il corso prosegue e radicalizza le analisi condotte l'anno precedente. Anche qui, la domanda centrale ruota intorno alla funzione del dire-il-vero e al ruolo che la verità riveste nell'ambito della politica e dei rapporti di potere. Si tratta in sostanza di stabilire, nell'ambito della democrazia, un certo numero di condizioni etiche che sono irriducibili alle regole formali del consenso ma che fanno appello alla dimensione morale individuale: il coraggio di fronte al pericolo e la coerenza. Foucault ritorna alle radici della filosofia greca, rivalutandone l'idea di democrazia contrapposta a ogni forma di tirannia, antica e moderna. Nella morte di Socrate non emerge la paura di morire, ma l'angoscia di non poter portare a compimento la propria missione essenziale, il compito che dà senso a una vita. Attraverso una rivalutazione del pensiero dei cinici viene sottolineata sia l'importanza di un radicale ritorno all'elementarità dell'esistenza sia lo scandalo della vita vera: al tempo stesso provocazione pubblica e pratica filosofica, che comporta un accoglimento dell'essenzialità delle cose.

Il governo di sé e degli altri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

Il governo di sé e degli altri : corso al Collège de France : 1982-1983 / Michel Foucault ; ed. stabilita da Frédéric Gros sotto la direzione di François Ewald e Alessandro Fontana ; ed. italiana a cura di Mario Galzigna

Milano : Feltrinelli, 2009

Abstract: Nel corso che tiene nel 1983, Michel Foucault, già malato, continua la sua rilettura della filosofia antica e inaugura la ricerca sulla nozione di parresia (dire la verità, parlar franco). L'attività della parresia si configura come pratica di libertà, collocata in uno spazio di esteriorità rispetto alle istanze di potere. Attraverso lo studio di questa nozione, Foucault torna a interrogarsi sul significato di cittadinanza nella Grecia antica e mostra come il coraggio della verità - assolutamente evidente nella posizione antagonista dei cinici - costituisca il fondamento etico dimenticato della democrazia greca. Con la decadenza della polis, il coraggio della verità si trasforma e diventa il modo con cui il filosofo esercita la sua direzione sulla formazione dell'anima del principe e quindi sul governo degli altri. Nel rileggere i pensatori greci, Foucault costruisce una figura di filosofo in cui si riconosce: ciò che va definendo è la propria appartenenza alla modernità, il proprio ruolo di filosofo, il proprio modo di pensare e di essere.

Sicurezza, territorio, popolazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

Sicurezza, territorio, popolazione : corso al collège de France : 1977-1978 / Michel Foucault ; ed. stabilita sotto la direzione di François Ewald e Alessandro Fontana da Michel Senellart ; traduzione di Paolo Napoli

Milano : Feltrinelli, 2005

Abstract: I corsi tenuti da Foucault negli anni 1977-1979 sviluppano un tema di riflessione unitario, che ne giustificano la pubblicazione contemporanea. Al centro dell'indagine sono le trasformazioni delle forme di potere che a partire dal Settecento e parallelamente all'affermarsi di un'economia di mercato portano ai governi di tipo liberale del Novecento. L'analisi prepara e rende possibile la riflessione sullo statuto di libertà all'interno della governabilità liberale che sarà oggetto del corso immediatamente successivo, Nascita della biopolitica (1978-1979).

Nascita della biopolitica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

Nascita della biopolitica : corso al Collège de France : 1978-1979 / Michel Foucault ; ed. stabilita sotto la direzione di François Ewald e Alessandro Fontana da Michel Senellart ; traduzione di Mauro Bertani e Valeria Zini

Milano : Feltrinelli, 2005

Abstract: Fin dalla prima lezione questo corso tenuto da Michel Foucault al Collège de France nel 1978-1979 si caratterizza come la continuazione del precedente. Dopo aver mostrato come l'economia politica, durante il diciottesimo secolo, segni la nascita di una nuova razionalità nell'arte di governo - governare meno con il massimo dell'efficacia in funzione della naturalità dei fenomeni che si hanno di fronte - Foucault intraprende l'analisi della governamentalità liberale.

Il potere psichiatrico
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

Il potere psichiatrico : corso al Collège de France : 1973-1974 / Michel Foucault ; ed. stabilita da Jacques Lagrange ; traduzione di Mauro Bertani

Milano : Feltrinelli, 2004

Abstract: Sono gli anni caldi del dibattito antipsichiatrico, della rivoluzione manicomiale di Franco Basaglia e degli esperimenti di Thomas Szasz e della londinese Kingsley Hall, uno dei primi centri di accoglienza non segregativi. Foucault riprende il tema della Storia della follia, a partire da un interesse per le strategie, gli stratagemmi e i rituali che hanno permesso agli psichiatri di assumere il controllo dei corpi. Nell'uso degli strumenti di contenzione riconosce la messa a punto di una serie di tattiche di assoggettamento dell'altro di cui l'ospedale psichiatrico è solo un laboratorio. Una storia dell'istituzione ospedaliera che studia i meccanismi di definizione del potere psichiatrico.

L'ermeneutica del soggetto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

L'ermeneutica del soggetto : corso al Collège de France : 1981-1982 / Michel Foucault ; ed. stabilita da Frédéric Gros ; traduzione di Mauro Bertani

Milano : Feltrinelli, 2003

Abstract: Nel 1982, Michel Foucault dedica il suo corso al Collège de France alla cura di sé. In senso stretto per Foucault si tratta di passare in rassegna le grandi scuole filosofiche dell'antichità, mettendo in luce l'importanza che il pensiero greco prima, e latino poi, assegnavano al principio di avere cura di se stessi, di occuparsi attivamente della propria crescita spirituale e di allenarsi ad affrontare gli eventi futuri senza lasciarsi intimorire e senza lasciarsi trascinare dalle emozioni che tali eventi avrebbero potuto suscitare. Ma l'intento di Foucault non è circoscritto alla ricostruzione storico filosofica: ciò che gli preme mettere in luce è la precarietà dei modi attraverso cui avviene, all'opposto, la formazione dell'uomo moderno.

Gli anormali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

Gli anormali : corso al Collège de France : 1974-1975 / Michel Foucault ; cura e traduzione di Valerio Marchetti e Antonella Salomoni

Milano : Feltrinelli, 2000

Abstract: Sulle basi di numerose fonti teologiche, giuridiche e mediche, Foucault affronta il problema di quegli individui pericolosi che, nel corso del XIX secolo, sono stati definiti anormali. Definisce le tre figure principali dell'anormalità: il mostro umano, antica nozione cui quadro di riferimento erano le leggi della natura e le norme della società; l'individuo da correggere, di cui si fanno carico i nuovi dispositivi di disciplinamento del corpo; l'onanista, che è oggetto, già dal XVIII secolo, di una campagna indirizzata al controllo della famiglia moderna. Per Foucault l'individuo anormale deriva dell'eccezione giuridico-naturale del mostro, dalla moltitudine degli incorreggibili e dal segreto delle sessualità infantili.

I corsi al Collège de France
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

I corsi al Collège de France : i Résumés / Michel Foucault ; a cura di Alessndro [sic.] Pandolfi ; traduzione di Alessandro Pandolfi e Alessandro Serra

Milano : Feltrinelli, 1999

Abstract: Il volume riporta la traduzione dei résumés dei corsi tenuti da Michel Foucault al Collège de France dal 1971 al 1983-84. I testi, redatti al termine di ogni anno di insegnamento, articolano l'intero repertorio delle sue indagini e permettono di far conoscere le strategie con cui egli ha costruito i materiali che sarebbero confluiti nei libri e nei saggi più noti e i mutamenti di indirizzo che, nella seconda metà degli anni Settanta, avrebbero determinato una svolta profonda nel suo pensiero.

Bisogna difendere la società
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault, Michel <1926-1984>

Bisogna difendere la società / Michel Foucault ; sotto la direzione di François Ewald e Alessandro Fontana ; a cura di Mauro Bertani e Alessandro Fontana

Milano : Feltrinelli, 1998

Abstract: Sotto la direzione di Ewald e Fontana, una équipe composta da Bertani, Gros, Lagrange, Marchetti e Senellart sta procedendo alla trascrizione dei tredici corsi tenuti da Foucault al Collège de France. Queste lezioni rappresentano una sorta di laboratorio in cui Foucault sperimentava idee e ipotesi di ricerca, solo parzialmente riprese nei libri. In questo corso, in particolare, Foucault esamina in che modo la guerra, nei suoi diversi aspetti, sia stata utilizzata come uno strumento di analisi della storia e dei rapporti sociali, individuando nella guerra delle razze e nell'emergere del razzismo di stato uno schema d'intelligibiltà della nostra modernità storico-politica.

Storia della sessualità
0 0 0
Monografie

Foucault, Michel <1926-1984>

Storia della sessualità / Michel Foucault

Milano : Feltrinelli

Storia della sessualità
0 0 0
Monografie

Foucault, Michel <1926-1984>

Storia della sessualità / Michel Foucault

Milano : Feltrinelli

Archivio Foucault
0 0 0
Monografie

Foucault, Michel <1926-1984>

Archivio Foucault : interventi, colloqui, interviste / [Michel Foucault]

Milano : Feltrinelli