Community » Forum » Recensioni

Vite agli angoli
0 1 0
Hayim, Esty G.

Vite agli angoli

Viterbo : Stampa Alternativa, 2017

Abstract: "Il romanzo è assolutamente convincente nel seguire Dvori che, nella sua infanzia, vive in un mondo di fantasia e storie e, nella vita adulta, continua ad abitare nella stessa casa, spaventata dal mondo esterno... Sente che ogni parola ha il suo sapore, odore e colore. La scrittura è infatti uno dei temi centrali: Dvori adulta sta scrivendo la storia della sua famiglia per dare voce alle 'vite agli angoli' ma, allo stesso tempo, per affrancarsi finalmente da loro e dalle loro storie dell'Olocausto. Il romanzo va letto quindi anche come una via di fuga dalla e al contempo verso la storia familiare. Questa doppia fuga viene condotta con talento e coraggio, e dona al romanzo complessità e ricchezza." (Avraham Balaban, "Ha'aretz")

71 Visite, 1 Messaggi
LUCIA CARBONI
70 posts

“Profugo: colui che scappa, colui che viene messo in fuga, esiliato, esule, scacciato, migrante, scampato, sfollato, sgomberato, colui che vaga, colui che si allontana, errante, nomade, colui che si è salvato da un pericolo, colui che viene abbandonato, colui che viene espulso, colui che si salva, colui che viene salvato, colui che fugge, colui che sfugge, colui che vaga da un posto all’altro, colui che abbandona, disertore, ostracizzato, colui che corre (da), superstite (a una fuga), ridotto in schiavitù, intrappolato, preso.”
Eitan Avneyon, Parola per parola: thesaurus della lingua ebraica)

  • «
  • 1
  • »

659 Messaggi in 556 Discussioni di 163 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.