Questa sezione del catalogo comprende i libri di saggistica posseduti dalle biblioteche. Puoi effettuare ricerche in questa sezione attraverso il box di ricerca qui sotto.

Trovati 131752 documenti.

Mostra parametri
Annuario della nobiltà italiana. Nuova serie, a. 33, 2015-2020
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Borella, Alberto Giuseppe

Annuario della nobiltà italiana. Nuova serie, a. 33, 2015-2020 / a cura di Andrea Borella ; e la collaborazione di Alberto Giuseppe Borella ; con la prefazione di S.A.R il Principe Reale Amedeo di Savoia Duca di Savoia

Teglio : Annuario della Nobiltà Italiana Foundation Trust, c2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
A figura intera
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Manara, Milo <1945->

A figura intera / Milo Manara

Milano : Feltrinelli, 2021

Abstract: "Se l'uomo più ricco del mondo mi dicesse: 'Ti offro tutti i miei averi, però devi perdere la capacità di disegnare', io gli direi di no. Gli direi: 'Tienitela tutta tu, la tua ricchezza. Perché la mia vita è il disegno. Senza il disegno, non avrei una vita'". Un grande viaggio, pieno di ricordi e visioni, riflessioni e confessioni, incontri con personaggi chiave della cultura e della società. Immagini e parole, nel fumetto e oltre il fumetto. L'autobiografia di Milo Manara.

Le minime di Malinconico
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Silva, Diego <1964->

Le minime di Malinconico / Diego De Silva ; a cura di Maria Cerino

Torino : Einaudi, 2021

L'arcipelago ; 244

Abstract: Siediti, apri questo libro, ridi, entra nella testa più eccentrica che ci sia. Diventa Malinconico in 24 ore. «Io rimugino tantissimo. Quando cammino. Quando lavoro. Quando faccio l'amore. Soprattutto quando non lo faccio». «Spesso la gente non ha le emozioni chiare, altro che le idee». «Io faccio eccezione alla teoria del caos. A me, se una farfalla batte le ali a Pechino, non cambia assolutamente nulla». «Dicono che la felicità si trova nelle piccole cose. Sapeste l'infelicità». «L'amore è uno scambio di colpe». Questo sarebbe un libro di massime, ma visto che a pronunciarle è Vincenzo Malinconico, l'uomo che inciampa da fermo, tutt'al più si può parlare di minime: trecentoquaranta stilettate che compongono un esplosivo prontuario sentimentale. Pur essendo un personaggio a cui capita di dimenticarsi di se stesso, Malinconico ha una voce che non smette di parlarci. La sua saggezza ritorna se siamo a corto di frasi, quando un evento ci mette a sedere, quando la ragione sarebbe dalla nostra parte ma invece di venirci incontro ci ronza intorno. Lungo quattordici anni e cinque romanzi, mentre si complicava la vita, Malinconico non ha mai smesso di darci consigli non richiesti. Quanti di noi se lo sono ritrovati alle spalle, alla fine di un amore o quando ne cominciava un altro, mentre ci guardavamo allo specchio con i nostri sette chili in più, l'asciugamano avvolto intorno alla vita? E quanti di noi, cresciuti a rock e cantautori, hanno sentito tutt'a un tratto l'incontenibile desiderio di ascoltare Raffaella Carrà? Se leggendo i romanzi di Malinconico ci era sembrato che alcune frasi, come i completi quattro stagioni, potessero adattarsi perfettamente alla nostra vita, avevamo ragione. Per questo le abbiamo sottolineate facendo le orecchie alla pagina. E ora potremo portarcele tutte in tasca in un unico taccuino.

Gli abitanti degli alberi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Spackova, Marketa - Kolesnikova, Ekaterina <illustratrice>

Gli abitanti degli alberi / Markéta Špačková, Ekaterina Kolesnikova

Roma : Gallucci, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Gli alberi brulicano di vita: tra le fronde, nelle cavità dei tronchi e persino tra le radici abita un gran numero di animali. Non ci sono solo uccelli, come cince, picchi e civette, ma anche scoiattoli, ghiri, pipistrelli, insetti di ogni tipo... Scopri le caratteristiche di ogni abitante, cosa gli piace mangiare, le strategie di caccia e di difesa, le tecniche di corteggiamento e molto altro! Grazie all'enciclopedia illustrata e alla riproduzione di un albero con alette da sollevare, imparerai a conoscere gli animali del bosco e capirai perché è tanto importante proteggere il loro ambiente.

Sicilia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sicilia : Palermo, le Egadi e le meraviglie della costa occidentale

Milano : White star : Centauria, 2021

Questo immenso non sapere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Candiani, Chandra Livia <1952->

Questo immenso non sapere : conversazioni con alberi, animali e il cuore umano / Chandra Candiani

Torino : Einaudi, 2021

Vele ; 181

Abstract: Una buona pratica preliminare di qualunque altra è la pratica della meraviglia. Esercitarsi a non sapere e a meravigliarsi. Guardarsi attorno e lasciar andare il concetto di albero, strada, casa, mare e guardare con sguardo che ignora il risaputo. Esercitare la meraviglia cura il cuore malato che ha potuto esercitare solo la paura. Questo è un libro disordinato. E l'autrice ha scelto di lasciarlo cosí. «Perché ogni disordine ha un suo ordine interno e misterioso. Forse è l'andatura della mente, forse quella del ricordo, forse è l'intenzione di essere volatile o l'aspirazione alla semplicità, in ogni caso è qualcosa di sfuggente che non vuole essere imbrigliato in un piano: come un animale o come un albero della foresta, non addomesticati, inutili, nel senso che non si curano di avere uno scopo, sono in vita e gli basta. Il disordine è questo essere cosí come si è seguendo un filo illogico di stare al mondo». Ognuno di noi nel momento in cui accetta di non sapere si apre alla meraviglia e alla infinita sperimentazione in un inesorabile avvicinamento al mondo animale e vegetale.

Vietato ai minori di 14 anni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pellai, Alberto <1964-> - Tamborini, Barbara <1972->

Vietato ai minori di 14 anni : sai davvero quando è il momemto giusto per dare lo smartphone ai tuoi figli? / Alberto Pellai, Barbara Tamborini

Milano : DeAgostini, 2021

Abstract: A un anno e mezzo abbiamo regalato un triciclo a nostro figlio, dopo lo abbiamo fatto salire su una bicicletta, prima con le rotelle e poi senza. Col tempo, la bicicletta è diventata sempre più grande. Ora che ha tredici anni, magari il nostro ragazzo è alto un metro e ottanta, ma non per questo gli permettiamo di guidare una moto o un'auto. Con lo smartphone, il tablet o il computer dovrebbe funzionare allo stesso modo: dovremmo evitare che bambini e preadolescenti ne abbiano uno personale fino ai quattordici anni. La ragione è semplice: disporre di un dispositivo proprio che consente l'accesso alla rete non risponde ai loro bisogni e interferisce con la loro crescita. Il fatto che i nostri figli abbiano una confidenza che sembra innata con questi mezzi non significa che li sappiano usare davvero, che siano capaci di gestire la dipendenza o l'enorme esposizione che il mondo online, con i videogiochi o con i social, può dare. E questi sono solo alcuni dei molti motivi che gli esperti di psicologia dell'età evolutiva Alberto Pellai e Barbara Tamborini illustrano in questo manuale coraggioso, controcorrente e più che mai necessario. Guidati dalla loro esperienza e dalle testimonianze dei genitori che incontrano ogni anno, e sostenuti dai risultati delle più recenti ricerche scientifiche che indagano il rapporto tra minori e dispositivi, gli autori propongono un percorso di accompagnamento all'uso delle tecnologie che consentirà ai nostri figli di gestire in modo consapevole la loro futura vita online. Con molti esempi tratti dalle situazioni di tutti i giorni, gli autori ci suggeriscono alcune strategie per riempire il tempo dell'attesa, o quantomeno ritardare il più possibile il momento in cui i nostri figli avranno un dispositivo tutto per loro. Questa attesa a volte risulterà logorante per i continui litigi, in cui ci accuseranno (non solo i nostri figli) di essere "antichi". Ma è un rischio che abbiamo il dovere di correre, di fronte ai dati sempre più allarmanti che stanno venendo alla luce sull'uso precoce e senza limiti delle tecnologie. Perché il nostro ruolo di genitori è anche quello di combattere battaglie scomode, per il loro bene.

Vattene, Satana!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fezzi, Elisabetta - Penna, Fabrizio <1962->

Vattene, Satana! : storie di sofferenza, esorcismi e liberazioni / Elisabetta Fezzi, Fabrizio Penna

Cinisello Balsamo : San Paolo, 2021

Abstract: Parlare di esorcismo, ancora oggi, per quasi tutti significa fare ingresso in un mondo in cui prevalgono gli effetti speciali, lasciati in eredità da film in cui si amplificano, insieme, il mistero del diavolo e la fragilità di chi viene posseduto. Per altri, poi, quello dell'opera di satana nel mondo è qualcosa da lasciare a devoti ignoranti, poco avvezzi alla serietà scientifica e medica. Questo libro sfata entrambi i pregiudizi, introducendo il lettore in quattordici storie di ossessione e/o possessione diabolica, in cui ciò che veramente colpisce è innanzitutto la profondità del dolore sperimentato da chi ne è protagonista. Elisabetta Fezzi e Fabrizio Penna, che da anni operano nell'ambito della cura e dell'accompagnamento di chi vive esperienze demoniache straordinarie, favorendo percorsi in dialogo tra medicina, psicologia e pratica esorcistica, invitano il lettore ad affiancarsi al loro lavoro di relazione, e a prendersi cura di un tema attualissimo, che svela il dramma di molte donne e uomini impegnati quotidianamente, come tutti d'altronde, a lavorare per essere "liberi dal male".

La mia vita con i gatti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Morishita, Noriko <1956->

La mia vita con i gatti / Morishita Noriko ; traduzione di Laura Testaverde

Torino : Einaudi, 2021

Abstract: Noriko vive una vita forse fin troppo tranquilla. È una scrittrice sulla cinquantina da qualche tempo ferma in una palude di tristezza camuffata da abitudine: il libro che sta scrivendo è bloccato da mesi, e nulla sembra andare per il verso giusto. Alla ricerca di una svolta, Noriko fa visita a un santuario shintoista e sussurra: «Dammi la felicità». Il giorno dopo, quasi fosse un segno soprannaturale, vicino al ceppo della magnolia davanti a casa sua, piantata tanti anni prima dal padre, qualcosa si muove nell'aiuola. È una gatta randagia che sta dando alla luce una cucciolata! Nessuno nel vicinato è disposto a prendersi cura dei gattini appena nati: inizia cosí la sua convivenza con questi animali di piccole dimensioni ma capaci di portare un grande cambiamento nella vita di Noriko. E pensare che a lei i gatti nemmeno piacevano... "La mia vita con i gatti" è il diario delle giornate che Noriko trascorre in compagnia dei suoi ospiti felini, ma non solo: grazie a loro, infatti, Noriko farà incontri speciali e scoperte sorprendenti su se stessa, la vita e, soprattutto, la felicità e la sua ricerca.

Io sto con le api
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Paladini, Dario <1969->

Io sto con le api : conoscere, proteggere e amare un mondo in pericolo / Dario Paladini

Milano : Terre di Mezzo, 2021

Abstract: Tutto ha inizio con un piccolo corso di apicoltura. Poi l'acquisto delle prime arnie. E da lì Dario non si ferma più: si innamora delle api e dei mieli, si scontra con gli effetti dei pesticidi e del cambiamento climatico, decide di capire cosa sta succedendo attraverso il dialogo con studiosi ed esperti. Il racconto appassionato di un giornalista apicoltore, che ci accompagna a scoprire la bellezza delle visite in apiario, i preoccupanti casi di morie in tutt'Italia, le scelte più sostenibili nell'acquisto del miele. Un libro per chi sente dire ovunque che le api sono in pericolo e vorrebbe saperne di più. Per chi si rende conto che la vita del pianeta dipende anche da questi tenaci e delicati insetti, e si chiede: ma io cosa posso fare?

Giovan Battista Moroni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Brignoli, Luca - De Pascale, Enrico <1953->

Giovan Battista Moroni / Luca Brignoli, Enrico De Pascale

Firenze [etc.] : Giunti, 2021

Creta e Micene
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rinaldi Tufi, Sergio <docente di archeologia e storia dell'arte greca e romana>

Creta e Micene / Sergio Rinaldi Tufi

Firenze [etc.] : Giunti, 2021

Africana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Africana : raccontare il Continente al di là degli stereotipi / a cura di Chiara Piaggio e Igiaba Scego

Milano : Feltrinelli, 2021

Abstract: "Africana" è uno strumento per capire quanto l'Africa non vada coniugata al singolare, ma al plurale. Uno strumento di difesa contro tutte quelle visioni che vogliono ancora imporci questo enorme continente, così vario, come un'anonima distesa di capanne. "Africana" aprirà le porte al lettore - a chi è già appassionato delle letterature del Continente e a chi ne è del tutto digiuno - delle tante Afriche dentro l'Africa. Un continente moderno, giovane e straordinariamente creativo. Un continente dove la letteratura scorre come un fiume in piena, che si smarca da sguardi stereotipati e da etichette affibbiate dall'esterno per raccontarsi qui in prima persona. Troviamo autori di grande fama internazionale, come Adichie, Wainaina, Bulawayo, ma anche una nuova ondata di scrittori emergenti. Voci diverse tra loro che, attraverso storie quotidiane, metropolitane, ironiche, impegnate, sperimentali e futuriste, ci restituiscono la pluralità dell'Africa. Con una freschezza letteraria che riempie di meraviglia. Gli autori: Bynyavanga Wainaina, Agazit Abate, Sulaiman Addonia, Chimamanda Ngozi Adichie, Ken Bugul, NoViolet Bulawayo, Efemia Chela, Pierre-Christophe Gam, Stanley Gazemba, Lelissa Girma, Achille Mbembe, Nadifa Mohamed, Rémi Nganije, Alexis Okeowo, Yvonne Adhiambo Owuor, Johary Ravaloson, Felwine Sarr, Taiye Selasi, Sami Tchack.

Coffeeland
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sedgewick, Augustine

Coffeeland : storia di un impero che domina il mondo / Augustine Sedgewick ; traduzione di Daria Cavallini

Torino : Einaudi, 2021

Abstract: Il caffè è uno dei prodotti più preziosi e strategici dell'economia globale e la bevanda più popolare al mondo. "Coffeeland" ricostruisce la storia sorprendente e drammatica delle sue trasformazioni imprenditoriali, sociali e culturali nell'arco di quattrocento anni. Augustine Sedgewick racconta una storia che pochi bevitori di caffè conoscono. Il cuore della vicenda si svolge sugli altopiani vulcanici di El Salvador, dove James Hill, originario dei bassifondi di Manchester, in Inghilterra, fondò una delle piú grandi dinastie del caffè del mondo all'inizio del XX secolo. Trasferendo le innovazioni della rivoluzione industriale nell'agricoltura delle piantagioni, Hill trasformò l'intero territorio del Salvador nella monocoltura più intensiva della storia moderna, un luogo di straordinaria produttività, disuguaglianza e violenza. Seguendo i percorsi del caffè proveniente dalle piantagioni della famiglia Hill fino ai supermercati, le cucine e i luoghi di lavoro negli Stati Uniti, e negli ubiqui caffè di oggi, Sedgewick dimostra come il caffè abbia generato sia una grande ricchezza sia una forte povertà, unendo e allo stesso tempo dividendo il mondo moderno. In questo processo, El Salvador e gli Stati Uniti si sono guadagnati il soprannome di «Coffeeland», ma per ragioni nettamente diverse e con conseguenze che arrivano fino ad oggi. Una straordinaria storia che offre una nuova prospettiva su come funziona il mondo globalizzato, facendoci riconsiderare cosa significhi essere collegati a persone e luoghi lontani attraverso oggetti e alimenti d'uso comune che fanno parte della nostra vita quotidiana.

Lavorare con i piedi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hoskins, Tansy E.

Lavorare con i piedi : ciò che le tue scarpe stanno facendo al mondo / Tansy E. Hoskins ; traduzione di Giovanni Garbellini

Torino : Einaudi, 2021

Abstract: Ogni anno vengono prodotte più di 24 miliardi di paia di scarpe. Il novanta per cento finisce nelle discariche, dal momento che per lo più sono difficili da riciclare. Un'azienda internazionale di calzature progetta un nuovo paio di scarpe a Londra, utilizza una fabbrica in Bangladesh, impiega materiali cinesi e indiani, e vende infine il prodotto finale negli Stati Uniti. E tutta la transazione viene dichiarata nel Lussemburgo per il regime fiscale favorevole. Tansy Hoskins, giornalista che da anni si occupa del rapporto malato tra moda, società e ambiente, qui prende un oggetto della vita di tutti i giorni, un paio di scarpe, come chiave interpretativa per spiegare come funziona il nostro mondo globalizzato, tecnologico, inquinante, in rapida e costante trasformazione. Tansy E. Hoskins è una scrittrice e giornalista che vive a Londra.

2: Mistica tedesca e brabantina, francese, italiana moderna
0 0 0
Materiale linguistico moderno

2: Mistica tedesca e brabantina, francese, italiana moderna / a cura di Victoria Cirlot ... [et al.]

Abstract: Inizia con questo secondo Meridiano l'esplorazione del pensiero e della scrittura mistica cristiana di epoca tardomedievale e moderna. Nelle tre sezioni che compongono il volume viene offerta al lettore una cospicua scelta di testi di area renana, fiamminga e tedesca, di area francese e di area italiana, disposti a comporre un arco cronologico che copre oltre otto secoli: dal "Cantico dei cantici" di Sankt Trudperter a Meister Eckhart, ai testi del poeta Rainer Maria Rilke e di Edith Stein; da Marguerite Porete alle splendide e tormentate scritture di Marie de la Trinité passando per il catechismo spirituale dei gesuiti del XVII secolo; da Marsilio Ficino e Giordano Bruno a Padre Pio da Pietrelcina. L'introduzione storico-interpretativa delle diverse sezioni, il profilo degli autori e il commento puntuale ai singoli testi sono stati affidati a una équipe internazionale di studiosi coordinata da Francesco Zambon e composta da Michela Catto, Victoria Cirlot, Guido Mongini, Benedetta Papasogli e Amador Vega.

Una mamma ansia e sapone
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Melis, Valentina <1980->

Una mamma ansia e sapone : [perché le altre sono tutte supermamme e io non riesco neanche a farmi lo shampoo? : manuale di sopravvivenza per mamme imperfette] / Valentina Melis ; con Paolo Fittipaldi e Cosimo Raffaele Solazzo

Milano : Vallardi, 2021

Abstract: Avete presente quelle mamme sorridenti, passeggino da Formula 1 e pupo da catalogo, capelli come se l'elettrostatica non esistesse e pelle di porcellana? Quelle sempre rilassate, che raccontano di vacanze col bimbo in cui hanno fatto sport estremi, ma si sono anche godute serate romantiche e due salti in un club, gin tonic alla mano? Bene, dimenticatele. Perché questo libro non parla né a loro né di loro. Questo libro parla di una mamma normale alle mamme normali, quelle come noi, che in gravidanza avevano caviglie grosse come i piloni della tangenziale e l'acidità di stomaco che arrivava alle tonsille, terrorizzate prima dal parto e poi sopraffatte dalla vita. Valentina Melis, attrice, mamma e influencer, raccoglie la storia del suo diventare genitore, unendo a una prosa scoppiettante dritte, consigli, consolazioni e splendori, per prepararvi all'unico viaggio che davvero cambia la vita! Valentina Melis racconta con ironia, intelligenza e meraviglia le avventure (e le disavventure) di una neomamma. Chi aspetta un figlio la conosce bene, anche se nessuno ne parla davvero: la gravidansia è quel particolare momento della vita di una donna in cui le domande superano di gran lunga le risposte. Fino a quando il bebè arriva e... le domande diventano ancora di più! E soprattutto: perché le altre mamme sembrano aver ricevuto il manuale di istruzioni e tu no? La tua bambina o il tuo bambino sono lì, tutto il giorno e tutta la notte. Sono il centro della tua vita che, all'improvviso, è fatta di una valanga d'amore e di bisogni in cui è una sfida persino riuscire a farsi uno shampoo. Una vita in cui, bisogna ammetterlo, sentirsi in colpa per i momenti di sconforto, di inadeguatezza o di incapacità è inevitabile. Come affrontare tutto questo? Con perseveranza, solidarietà e... una risata. Che siate alle prese con l'alimentazione in gravidanza o con le ansiogene chat WhatsApp delle mamme, che si tratti del corso di yoga prenatale o delle gufate degli amici e dei parenti che non smettono di dirvi quanto la vostra vita diventerà complicata, questo libro è quello che fa per voi. Un po' manuale e un po' romanzo, "Una mamma ansia e sapone" vi farà salire con Valentina Melis sulle montagne russe della maternità (e della paternità) per aiutarvi a districarvi in quel mondo bellissimo e complicato inaugurato dalla gravidanza, dandovi le dritte giuste e soprattutto ricordandovi di sorridere!

La seconda ora d'arte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Montanari, Tomaso <1971->

La seconda ora d'arte / Tomaso Montanari

Torino : Einaudi, 2021

Abstract: Oggi in Italia tutti hanno una ricetta in tasca per avvicinare gli italiani all'arte. Si tratta spesso di ricette a base di usurate pratiche di marketing, che dovrebbero far digerire Botticelli, come uno zuccherino aiuta a buttar giù la medicina amara, a cittadini considerati soltanto orde di consumatori inconsapevoli e irredimibili. Il risultato è desolante: ammesso (e per nulla concesso) che questa spintissima mercificazione serva a vendere qualche biglietto in più, è certo che non alimenta in alcun modo il nostro dialogo con l'arte. E se invece la ricetta fosse molto più semplice e rispettosa dell'intelligenza di ognuno di noi? Montanari traccia in queste pagine agili e appassionanti una possibile via per un'educazione artistica che sia anche educazione sentimentale e civica. E ci accompagna tra le strade del bello, dove alto e basso si mescolano, dove contemporaneo e classico sono parte di un unico grande discorso, che parte dalle mani impresse sulla roccia in una caverna e arriva a Banksy, passando per Raffaello, Monet, Pellizza da Volpedo e Rothko. «I monumenti ci parlano. In ogni modo provano ad attirare la nostra attenzione, implorano uno sguardo, una nostra sosta. Lo fanno perché, pur eterni o quasi, non vivono se non attraverso la vita dei vivi. Se accettiamo di far loro un po' di spazio nella mente e nel cuore, in cambio essi rendono più intensa, più profumata, più profonda la nostra vita. Temo che nessun produttore o responsabile di rete lo accetterebbe, ma il programma televisivo che davvero vorrei realizzare consisterebbe in una lentissima camminata in una qualunque chiesa storica del nostro Paese: e invece di fermarmi a far due chiacchiere con i passanti e i conoscenti, mi fermerei a leggere ogni lapide. Ognuno di quei brevi testi ha il potere di convocare davanti ai nostri occhi uomini e donne, eventi e pensieri, storie e vite di dieci secoli, e oltre. Dalla più sperduta chiesa si stende una rete di storie che avvolge l'Europa o il mondo interi, capace di farci sprofondare nei recessi intimi della nostra comune umanità».

Il clima che cambia l'Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mezzalama, Roberto <1966->

Il clima che cambia l'Italia : viaggo in un paese sconvolto dall'emergenza climatica / Roberto Mezzalama

Torino : Einaudi, 2021

Abstract: Gli effetti del riscaldamento climatico sono già arrivati in Italia. Il clima sta cambiando velocemente e questo libro raccoglie testimonianze dalla viva voce di chi già oggi è toccato nella sua attività quotidiana dalle trasformazioni in atto nel nostro Paese. È la narrazione di agricoltori, pescatori, guide alpine, maestri di sci, albergatori, guardie forestali, insomma le persone che vedono una preoccupante accelerazione dei fenomeni che stanno cambiando i luoghi di cui si prendono cura. Un moderno Grand Tour, insomma, che raccontando la grande bellezza del nostro Paese racconta anche come siamo vicini a perdere molte delle nostre peculiarità se non agiremo in fretta e con determinazione. Completano il libro due interviste dell'autore a personalità d'eccezione: Michelangelo Pistoletto e Carlo Petrini. Entrambi, da par loro, intervengono su un tema così rilevante quale il riscaldamento climatico per l'Italia.

Morte e pianto rituale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Martino, Ernesto <1908-1965>

Morte e pianto rituale : dal lamento funebre antico al pianto di Maria / Ernesto De Martino ; a cura di Marcello Massenzio

Torino : Einaudi, 2021

Abstract: In questo libro Ernesto De Martino risale alle radici dell'esigenza umana di rifiutare la morte nella sua scandalosa gratuità e, di riflesso, procurare al defunto una «seconda morte» culturalmente definita, mediante il ricorso a determinate pratiche rituali. Tra queste, l'istituto del lamento funebre, rivolto ai vivi non meno che ai defunti, poiché la piena del dolore rischia di compromettere l'integrità della presenza dei sopravvissuti. Qui sta la funzione più profonda del pianto rituale, che non cancella la crisi del cordoglio ma l'accoglie in sé, trasformandola in disciplina culturale capace di mantenere il pathos al riparo dall'irruzione della follia. In ciò risiede la sua umanissima sapienza, il cui valore trascende i limiti storici di diffusione del fenomeno, e al quale s'abbandona persino la Madonna al cospetto della morte del Figlio, nonostante l'accesa polemica cristiana contro il costume pagano. Dall'analisi del fenomeno, ridotto allo stadio di «relitto folklorico», scaturisce il bisogno di estendere l'analisi alle antiche civiltà agrarie del Mediterraneo, al cui interno l'istituto del lamento funebre visse la stagione del suo massimo splendore, fino al progressivo declino, causato dallo scontro con il cristianesimo trionfante. De Martino si interroga infine sul problema della risoluzione laica della crisi del cordoglio, e l'"Atlante figurato del pianto" riflette mediante un sapiente uso delle immagini l'affascinante itinerario dell'Autore, che sollecita un confronto con l'Atlante "Mnemosyne" di Aby Warburg.