lino battaglia

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Tartarino - Alfonso Daudet

Libro ingiustamente passato nel dimenticatoio.
il lettore moderno vi può trovare echi di fantozziana memoria con qualche, quasi invisibile, critica alla francia di quel periodo.
al suo interno un protagonista, antieroe per definizione, che rappresenta alcuni mali (a detta dell'autore) dei meridionali francesi ma nei quali spesso si possono riconoscere comportamenti anche italici.
ideale per essere letto sotto l'ombrellone e non solo, in ogni caso ottimo per farsi due risate in libertà.

Il deserto dei Tartari - Dino Buzzati

un racconto metaforico di un rischio serio; che moltissimi di noi passino la propria esistenza in una palude, della quale è visibile l'uscita ma dalla quale non fuggiamo nella speranza di una possibile e improbabile gloria.

Frankenstein, ovvero, Il moderno Prometeo - Mary Shelley

libro interessante, totalmente diverso dall'immaginario collettivo e che l'ambiente cinematografico ci ha spesso proposto non puntando sui reali argomenti del racconto.
scritto in maniera oggi un po' stucchevole ma affronta tematiche anche, ma non solo, religiose che meriterebbero un'attenta riflessione tutt'ora

La peste - Albert Camus

l'utilizzo di un'epidemia per permettere di riflettere su i diversi aspetti della natura umana senza inutili patetismi o eroismi mostra in questo libro le capacità narrative e le riflessioni di un autore che non a caso fu insignito del premio nobel; a commento del quale fu detto:
« Per la sua importante produzione letteraria, che con serietà chiarificante illumina i problemi della coscienza umana nel nostro tempo. »
una frase ancora attuale.

Doonesbury - G. B. Trudeau

una bellissima e alternativa visione di un periodo storico estremamente importante, visto e commentato da uno dei più importanti scrittori di strisce satiriche.
consigliato per chiunque voglia avere un' idea di quel periodo storico americano

Doonesbury - Garry B. Trudeau

scopro trudeau per la prima volta e vedi una meravigliosa satira della politica americana in un periodo particolarmente delicato, anche se facilitata dalle gaffes dell'allora presidente e del suo entourage

Maus - Art Spiegelman

« Maus è una storia splendida. Ti prende e non ti lascia più. Quando due di questi topini parlano d'amore, ci si commuove, quando soffrono si piange. A poco a poco si entra in questo linguaggio di vecchia famiglia dell'Europa orientale, in questi piccoli discorsi fatti di sofferenze, umorismo, beghe quotidiane, si è presi dal ritmo lento e incantatorio, e quando il libro è finito, si attende il seguito con disperata nostalgia di essere stati esclusi da un universo magico. »
(Umberto Eco)

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate